/ Cronaca

Cronaca | 17 giugno 2019, 11:43

Insulta e picchia il marito invalido: nei guai una 45enne

UNA SITUAZIONE INSOLITA DI GRAVI MALTRATTAMENTI FAMILIARI

Il dirigente della Mobile, Antonino Porcino e due operatori della seconda Sezione

Il dirigente della Mobile, Antonino Porcino e due operatori della seconda Sezione

Gravemente invalido e limitato nella deambulazione, era vittima dei maltrattamenti della moglie, una vercellese di 45 anni che non esitava a coprirlo di insulti, malmenarlo e in varie occasioni anche a prenderlo a calci dopo averlo gettato in terra.

Lui, un 53enne vercellese, alla fine non ce l'ha fatta più e, vincendo paura e vergogna, si è rivolto alla Questura per denunciare la grave situazione nella quale era costretto a vivere. Una vicenda maturata in un contesto sociale difficile, anche dal punto di vista economico.

La famiglia si reggeva sulla pensione di invalidità dell'uomo e sulle sporadiche entrate che la donna aveva come bandate e i litigi erano all'ordine del giorno. Solo che, dalle parole, la donna passava subito ai fatti, facendo valere la propria superiorità fisica.

Quando gli uomini della Squadra Mobile si sono messi a indagare, sul conto della donna sono emersi alcuni altri precedenti specifici di maltrattamenti fisici e psicologici nei confronti di familiari. Per lei, oltre alla denuncia, il giudice ha disposto anche la misura cautelare del divieto di avvicinamento all'uomo e dell'allontanamento dalla dimora familiare. Il marito, attualmente, si trova in una struttura protetta.

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore