/ Salute

Salute | 16 giugno 2019, 18:40

«Attenti al sole, anche quando si cammina»

ABBRONZARSI PRESERVANDO LA PELLE: I CONSIGLI DELLA FARMACISTA

«Attenti al sole, anche quando si cammina»

Sembra proprio che sia cominciata l’estate. Dobbiamo quindi prepararci alle giornate di sole pieno, grande caldo e buonumore. Sì perché ormai è noto a tutti che il sole migliori il nostro stato d’animo e ci aiuti a vedere positivo. Di fondamentale importanza, però, è il non perdere di vista la propria pelle. Iniezioni di buonumore sì, ma no alle scottature.

E allora concedeteci una licenza frivola in questi giorni post elettorali così bollenti (nonostante il meteo avverso).

Abbiamo fatto una chiacchierata con la dottoressa Raffaella Giachino (dell’omonima Farmacia di Piazza Cavour a Vercelli) e le abbiamo chiesto qualche consiglio su come approcciare all’abbronzatura imminente.

Dottoressa come dobbiamo comportarci con il sole estivo?

“Diciamo che le raccomandazioni di base sono sempre le stesse. Qualche tempo prima dell’esposizione al sole è consigliato l’uso di integratori a base di Licopene (contenuto anche nella polpa del pomodoro), di Beta-Carotene, di Luteina (la trovate anche nelle verdure verdi) e di Vitamina E. Da assumere non solo prima, ma anche durante e dopo coì evitiamo l’invecchiamento della pelle e aiutiamo l’abbronzatura a resistere un po’ di più”.


E se qualcuno restasse in città a lungo durante i mesi più caldi?

“Il sole è forte anche se non si va in piscina o al mare, ma si cammina semplicemente per strada. Una buona abitudine ( e non solo nei mesi estivi) è quello di utilizzare come crema di bellezza una crema che abbia un filtro solare elevato (almeno 30+) che protegga la pelle dai raggi nocivi, consiglio rivolto soprattutto a chi ha una carnagione chiara e potrebbe andare incontro ad eritemi e scottature non volute”.

Per mare e montagna ci sono accorgimenti differenti?

“Si parte sempre con una base protettiva a 50+ per poi, eventualmente, scendere nelle settimane successive. La raccomandazione è sempre quella di applicare il prodotto almeno un quarto d’ora prima dell’esposizione al sole e sempre dopo bagni e docce. Il fattore altitudine in montagna mi porta a consigliarvi l’uso di schermi fisici come cappellini e occhiali da sole, oltre alle creme solari.

Molte raccomandazioni per la pelle dei bimbi che va protetta con stick e creme 50+, più volte al giorno soprattutto su macchie cutanee e nei”.

Per chi volesse una consulenza personalizzata?

“Noi siamo sempre a disposizione per consigli e prove, ma se qualcuno volesse un trattamento più completo in vista dell’esposizione al sole noi consigliamo qualche seduta di fotobiostimolazione Young Again che agisce sulle cellule della pelle rendendola più omogenea ed elastica, più ricca di melanina e più equilibrata. Inoltre stimola la produzione di collagene e favorisce una migliore circolazione sanguigna, elementi fondamentali per una pelle compatta e tonica e al riparo dai rischi dell’esposizione solare. Il trattamento è comodo e veloce e dura solo 10 minuti”.




Cristiana Folin

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore