/ Cronaca

Cronaca | 15 giugno 2019, 08:29

Le bimbe azzannate dal pitbull sono a casa: "L'amore ci ha dato la forza"

IN UN POST SU FACEBOOK I RINGRAZIAMENTI DEL PADRE A TUTTI COLORO CHE SONO STATI VICINI ALLA FAMIGLIA

Lo striscione per le piccole esposte nella curva del Milan

Lo striscione per le piccole esposte nella curva del Milan

La grande paura è passata: venerdì, anche la più piccola delle sorelline santhiatesi azzannate dal pittbull di famiglia lo scorso 4 maggio è stata dimessa dall'ospedale e ha potuto far ritorno a casa insieme a papà, mamma e alla sorella maggiore anche lei ferita, seppure in modo meno grave durante l'aggressione.

leggi anche: DUE BIMBE AZZANNATE DAL PITBULL DI CASA

Lo ha annunciato il papà delle piccole con un post, nel quale ringrazia "tutte le persone che ci sono state vicino che siamo tornati a casa che le bambine stanno benissimo e che questo brutto momento durato 1 mese e 4 gironi è finito. E' stato un momento duro forse il più duro fino adesso, ma siamo forti e l’abbiamo superato".

Il lungo elenco dei ringraziamenti parte, naturalmente, da medici e infermiere, i tanti amici che sono stati vicini alla famiglia, lo Sporting Santhià, il sindaco e tutti i concittadini che hanno pregato per le piccole. E poi chi ha dato alla famigliola la possibilità di restare sempre unita e vicina, offrendo supporto logistico ma anche tanto affetto.

Per la piccola, rimasta sedata per oltre 10 giorni e sottoposta a un delicato intervento di ricostruzione del canale uditivo, e per la sorellina 12enne, la vita potrà ora tornare pian piano alla normalità. "L’amore che c’è tra di loro ha dato la forza per superare questo brutto momento..... sono due guerriere" è il commento del padre.

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore