/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 11 giugno 2019, 21:23

Massimo Secondo un anno fa: «La Pro rischia di sparire»

ANNUNCIO' CHE LA SOCIETA' ERA IN VENDITA, «MA SE NESSUNO SI FA AVANTI...»

MASSIMO SECONDO

MASSIMO SECONDO

22 maggio 2018.
Siamo andati a rivedere la conferenza stampa che Massimo Secondo convocò, annunciando che avrebbe lasciato.
Da leggere, fino in fondo.

 

"Al 30 giugno io e mio gruppo lasciamo la Pro Vercelli". Altro terremoto in casa Pro. E' in corso la conferenza stampa in cui Massimo Secondo annuncia l'addio del suo gruppo alla società.

"Dal punto di vista sportivo sono stati anni di soddisfazione - dice il presidente -. Ma abbiamo anche lasciato alla città uno stadio gioiello, fatto da soli, con molti sacrifici. Manca ancora di molte cose, ma quando ci è stato consegnato era una struttura fatiscente che non avrebbe potuto ospitare nemmeno le gare di serie C".

"Per rimanere nel calcio a questo livello servono i bilancio in equilibrio, ma fino a un certo punto - dice il presidente - come dimostra ciò che si è letto rispetto ad alcune società, serve uno stadio sempre pieno e, anche se il pubblico in questi anni è aumentato, direi raddoppiato rispetto a quando ho rilevato la società, lo sforzo non è bastato. Poi serve un coinvolgimento delle istituzioni, ma è evidente che, nel nostro caso, è stato nullo, visto il buco che ci accompagna da quasi dieci anni dietro la curva Ovest. Si sono susseguite amministrazioni di centro destra e di centro sinistra ma nulla è cambiato e non ho motivo di pensare che accadrà qualcosa nel prossimo futuro. Evidentemente è mancata anche una mia capacità di coinvogere le istituzioni, auguro a chi arriverà ora di riuscire a fare meglio di me".

Parole di lode per chi ha cercato di attirare sponsor "anche se, nonostante il grande lavoro fatto, le forze economiche della città si sono impegnate nel nostro progetto. Per reggere la serie B - dice ancora Secondo - quello che siamo stati capaci di raccogliere in sponsorizzazioni basta appena per iniziare. Su questi versanti, evidentemente, non siamo stati abbastanza incisivi e quindi è giusto fare un passo indietro".

E il futuro?

"Spero si faccia avanti un altro vercellese - dice Secondo - perché sarebbe bello che la Pro venisse presieduta da un vercellese. Ma se sarà un cinese o un indiano va bene lo stesso".

Quali le conseguenze per la squadra, se entro il 30 giugno nessuno si facesse avanti?

"Farò un'iscrizione tecnica - precisa Massimo Secondo - e faccio quello che devo fare con i 25 giocatori di proprietà, senza fare campagna acquisti. Ma sarà l'ultima cosa che faccio. Ma se nessuno si fa avanti, la Pro è destinata a scomparire".

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore