/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 15 giugno 2019, 08:37

“L’abbazia mai vista”: con La Rete alla scoperta di Sant'Andrea

VISITE GUIDATE GRATUITE E UN COFANETTO DEDICATO ALLA STORIA, ALL'ARTE E AI MISTERI DEL MONUMENTO

Roccato, Demichelis e Beltrame alla presentazione dell'iniziativa

Roccato, Demichelis e Beltrame alla presentazione dell'iniziativa

Il Sant'Andrea che non avete mai visto. O meglio: che avete sempre avuto sotto gli occhi ma che, per tanti motivi, non avete mai osservato.

La Rete prosegue nella sua opera di valorizzazione del patrimonio culturale cittadino proponendo due giorni di visite guidate gratuite a uno dei monumenti simbolo della città. "La celebrazione degli 800 anni è stata anche per noi un'occasione per approfondire la conoscenza del monumento e per ideare alcune iniziative da proporre ai vercellesi", spiega Maurizio Roccato, responsabile delle ricerche storiche per conto dell'associazione.

Le visite sono solo una parte di un complesso progetto che vede la realizzazione di quattro dvd e di una chiavetta nella quale è stato digitalizzato il testo storico dello studio del canonico Romualdo Pastè, stampato in circa 600 copie e corredato dai disegni di Arborio Mella.

Le visite guidate si svolgeranno sabato 15 e domenica 16 giugno dalle 14 alle 18 e dureranno circa un'ora ciascuna: non occorre prenotazione, basta presentarsi sul sagrato dove verranno formati i gruppi che, accompagnati dai volontari de La Rete, andranno alla scoperta della basilica e dei suoi segreti.

"Una parte della visita sarà dedicata alla storia di Guala Bichieri - spiega ancora Roccato - la seconda sarà dedicata agli aspetti insoliti, curiosi, misteriosi dell'abbazia e una parte ai problemi della struttura".

Molte le curiosità: Donatella Demichelis, archeologia, racconterà cosa c'era nell'area della basilica prima della costruzione di Sant'Andrea; l'appassionato di storia e ricerche, Silvano Beltrame farà notare i simboli raffigurati nel monumento, porterà i visitatori alla scoperta delle firme degli scalpellini e dei graffiti lasciati dai pellegrini medioevali, racconterà la leggenda del lago sotterraneo e farà vedere il punto d'accesso alla grande cisterna idrica realizzata sotto la basilica.

E poi ancora, tante curiosità e tanti dilemmi - artistici e storici - che non sono mai stati del tutto risolti dagli studiosi. 

"Il tutto - conclude Roccato - è stato poi registrato in un cofanetto di quattro dvd che raccontano la vita di Guala Bicchieri, l'architettura della basilica, i misteri, i segreti, le curiosità e la fede e, infine un racconto a fumetti dedicato al cardinale e pensato per avvicinare anche i più piccoli".

Infine, da La Rete, un omaggio alla memoria dell'illustre vercellese al quale si deve questo capolavoro: per iniziativa dell'associazione, domenica alle 10, verrà celebrata una messa in suffragio del cardinale, scomparso proprio verso la fine di maggio.

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore