/ Salute

Salute | 07 giugno 2019, 10:20

Donatori di midollo per salvare il piccolo Gabriele

DUE INIZIATIVE ORGANIZZATE DA ADMO E DALLE ASL DI VERCELLI E BIELLA

Donatori di midollo per salvare il piccolo Gabriele

Due giornate importanti che uniscono due province e due aziende sanitarie, quella di Biella e di Vercelli, per un obiettivo comune: reclutare potenziali donatori di cellule staminali emopoietiche del midollo osseo.

Nella città di Biella, due gli eventi in calendario nel mese di giugno promossi da Admo Piemonte (Associazione Donatori di Midollo Osseo), a cui parteciperanno gli operatori dei Servizi Trasfusionali delle Asl di Biella e di Vercelli.

 

Il primo appuntamento in programma è fissato per sabato 8 giugno - dalle 18,30 presso l’Hype Forum - come da desiderio di un gruppo di cestisti nel ricordo di Paolo Barlera, Gabriele Fioretti e Bruno Potasso.

Il secondo evento è fissato per sabato 29 giugno dalle 10 alle 18 presso il centro commerciale “Gli Orsi”.

L’obiettivo è poter realizzare a Biella il progetto “Gabri Little Hero”: il piccolo Gabriele, affetto da una sindrome rarissima, può salvarsi solo se trova il suo gemello genetico. Per lui e per tanti altri pazienti è importante sensibilizzare quante più persone possibili ad iscriversi al Registro donatori di midollo osseo pere dare una speranza a tutti coloro che cercano un donatore compatibile.

 

Ricordiamo che per iscriversi al Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR) è sufficiente sottoporsi a un prelievo mediante tampone buccale e rispondere ad un questionario anamnestico sul proprio stato di salute. Scegliere di diventare donatore di cellule staminali emopoietiche (CSE) è un gesto di solidarietà che può salvare una vita. Solo 1 donatore su 100.000 è compatibile al 100% con chi è in attesa di trapianto. Chiunque in buona salute può diventare un donatore di cellule staminali emopoietiche, da midollo osseo o da sangue periferico: basta avere tra i 18 e i 35 anni, essere sani e pesare più di 50 chili

 

Il Registro IBMDR ha sede all’ospedale Galliera di Genova, è costituito dai Registri Regionali (RR), dai Centri Donatori (CD) e dai Poli di Reclutamento (PR).  Dal 1990 al Servizio Trasfusionale dell’ ASL di Vercelli è attivo il Centro Donatori VC01 e al Servizio Trasfusionale dell’Asl di Biella  il Polo di Reclutamento BI01.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore