/ Scuola

Scuola | 06 giugno 2019, 23:04

Scuola inagibile per un anno? Dateci almeno un servizio di bus navetta

GENITORI IN RIVOLTA ALLA PRIMARIA CARLO ANGELA (ELEMENTARE FERRARI)

Scuola inagibile per un anno? Dateci almeno un servizio di bus navetta

Scuola elementare Ferrari (intitolata a Carlo Angela): i genitori di 250 bambini delle 12 classi sono in rivolta. Alcuni minacciano di iscrivere i figli altrove.

Dal momento che sono stati programmati lavori per la messa in sicurezza che dureranno un anno, la speranza dei genitori era di vedere i propri figli in un altro istituto, tutti insieme. Ma 250 bambini sono tanti, speranza da accantonare.

«Non siamo soddisfatti delle risposte che abbiamo avuto dall'amministrazione comunale, alla riunione con i rappresentanti di istituto, il 4 giugno all'Istituto Ferrari» commentano alcuni genitori.

«Il sindaco – raccontano – non si è presentato all'incontro. C'erano gli assessori Cressano, Moccia e il dirigente Renato Bianco. E c'era la dirigente Fulvia Cantone, che ha spiegato di aver trovato la soluzione per sette classi. Si tratta di terze, quarte e quinte che potrebbero essere ospitate alla elementare Carducci, giù dal cavalcaferrovia. Restano da collocare prime e seconde. Ma la Cantone ha detto un'altra cosa, grave: di aver saputo dei lavori solo a maggio. Eppure il bando per l'assegnazione dei lavori è del 18 dicembre 2018: perché il Comune ha spettato così tanto tempo per avvisare le famiglie e trovare una soluzione?».

Le ipotesi prospettate dagli amministratori non hanno convinto i presenti.

Prima ipotesi. Sette classi alla Carducci (soluzione della dirigente) e cinque classi (tre prime e due seconde) alla Media Avogadro.

«Non va bene - dicono i genitori - perché all'Avogadro non ci sono né il locale mensa né la palestra».

Che fare? La soluzione sarebbe questa: le cinque classi si trasferiscono alla Media Avogadro, vanno a mangiare nella mensa della Rosa Stampa, e fanno la loro ora di ginnastica alla Carlo Angela, perché la palestra è agibile.

Non va bene. È la dirigente Fulvia Cantone che (giustamente) boccia la soluzione: gli spostamenti quotidiani di andata e ritorno dall'Avogadro alla Rosa Stampa cozzano con il problema della sicurezza.

A questo punto, gli amministratori ipotizzano lo spostamento delle cinque classi (si tratta di circa 100 bambini) alla Rosa Stampa, dopo aver sentito la dirigente competente.

Nei giorni successivi, arriva il no della Rosa Stampa: non può ospitare le cinque classi.

Giovedì 6 giugno, la dirigente Fulvia Cantone individua un'altra soluzione: scuola Avogadro, allestendo però un locale idoneo per la mensa.

E questa dovrebbe essere la decisione definitiva.

«In ogni caso – concludono i genitori - noi abbiamo chiesto al Comune di organizzare un servizio di bus navetta, così che i nostri figli partano dalla Ferrari e ritornino alla Ferrari. Diverse famiglie hanno figli che frequentano la vicina scuola materna Materna Mora oppure la Media Ferrari, non possono sdoppiarsi. E la scelta di iscrivere i propri figli all'elementare Ferrari, spesso, è stata dettata proprio dalla vicinanza dei tre plessi». I genitori hanno chiesto un incontro urgente a Maura Forte: vogliono il servizio navetta. E risposte veloci e sicure: dove andranno i loro figli a settembre?

rb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore