/ Politica

Politica | 06 giugno 2019, 19:20

Scheda: «Mantengo sempre la parola: nessun accordo»

«MA MI TENGO STRETTI I 3500 VOTI OTTENUTI: LA NOSTRA VITA POLITICA VA AVANTI»

Roberto Scheda; dietro di lui la figlia, avvocato Sara Scheda

Roberto Scheda; dietro di lui la figlia, avvocato Sara Scheda

Roberto Scheda mantiene la parola: nessun baratto di posti in cambio di un accordo.

C'è stato un incontro: lui e quelli che lo hanno sostenuto. I candidati che hanno cullato il sogno di vincere.

«Alla fin fine i discorsi da fare sono due. Mi stanno entrambi a cuore. Il primo. Avevamo detto che non ci saremmo alleati con nessuno, e io, Roberto Scheda, mantengo le promesse. Secondo discorso che mi sta a cuore. Ho attorno a me candidati che sono entuasasti di questa esperienza,e che vogliono andare avanti. E così faremo: andremo avanti. Farò opposione, senza fare sconti».

Smetisce contatti? Telefonate?

«Assolutamente no. Tanti amici di centro sinistra e vecchi amici di sinistra mi hanno telefonato. Dall'altra parte? Solo Corsaro, che mi ha chiamato per farmi i complimenti del risultato ottenuto. Lui li ha fatti a me e io li ho fatti a lui».

E con le altre forze politiche?

«Ero d'accordo per sentire i Cinque stelle e i Siamo Vercelli, per valutare possibili percorsi. Alla fine abbiamo valutato di continuare da soli, forti del voto ottenuto, 3500 voti sono un gran bel risultato».

Commento finale: «Sono in tanti a dirlo: se io fossi stato il candidato o del centrodestra, ma anche del centrosinistra, non si sarebbe arrivati al ballottaggio».

rb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore