/ Attualità

Attualità | 04 giugno 2019, 20:02

Da Vercelli ad Harvard inseguendo la passione per le stelle e i pianeti

INCONTRO CON ELENA D'ONGHIA, ASTROFISICA VERCELLESE, OGGI DOCENTE NELLA CELEBRE UNIVERSITA' AMERICANA

Da Vercelli ad Harvard inseguendo la passione per le stelle e i pianeti

Il Progetto STEM, organizzato dal Soroptimist Club di Vercelli, presieduto da Rita Buccetti, a favore delle studentesse degli istituti superiori cittadini, si è concluso martedì 21 maggio con un appuntamento eccezionale: infatti è stata ospite dell’aula magna dell’Istituto Rosa Stampa la dottoressa Elena D’Onghia, astrofisica.

Il suo intervento è iniziato con il racconto del suo percorso di studi: nata a Vercelli, diplomata al liceo socio-psico-pedagogico, ha sempre coltivato una passione per le stelle e i pianeti, che l’ha portata a intraprendere gli studi di fisica e di astronomia. Dopo la laurea in fisica a Torino, si è aperta per lei una brillante ed entusiasmante carriera di ricerca nei laboratori europei e americani, dove ha studiato il nostro universo, ma anche ciò che sta fuori dal sistema solare, attraverso strumenti avanzatissimi e prodotto analisi di altissimo livello, pubblicate sulle riviste internazionali.

Ora è docente all’Università del Wisconsin-Madison e a Harvard. Con un linguaggio semplice e coinvolgente, Elena D’Onghia ha affascinato le ragazze, che le hanno posto numerose domande su quella “civiltà spaziale” che sembra essere il nostro futuro prossimo, dai viaggi verso i pianeti fino alla ricerca di forme di vita intelligente.  L’astrofisica vercellese ha poi rivolto alle ragazze un energico invito a seguire la propria passione, a coltivarla con tenacia e perseveranza: le doti che l’hanno sempre sostenuta e le hanno consentito di ottenere prestigiosi riconoscimenti e grandi soddisfazioni. Le ha esortate a non scoraggiarsi di fronte alle difficoltà (ha sottolineato come la sua preparazione umanistica non abbia affatto costituito un ostacolo ai suoi studi) e soprattutto a non cadere vittime di stereotipi di genere, infondati e controproducenti.

Questo messaggio ha perfettamente corrisposto agli obiettivi del progetto soroptimista, volto a promuovere nelle ragazze l’interesse verso le discipline scientifiche, tecniche e matematiche e a operare scelte professionali libere dai condizionamenti socio-culturali.

Soroptimist Club Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore