/ Scuola

Scuola | 25 maggio 2019, 07:40

I ragazzini della Rodari diventano "Agenti Pulenti" - FOTO

LABORATORIO DI PULIZIA E RESTAURO DEI MONUMENTI, SOTTO LA GUIDA DI ESPERTI MESSI A DISPOSIZIONE DAL LIONS CLUB

I ragazzini della Rodari diventano "Agenti Pulenti" - FOTO

Quest’anno sono stati i ragazzini della scuola primaria Rodari dell’Istituto comprensivo Ferraris di Vercelli a cogliere l’opportunità formativa offerta dal Laboratorio “Missione Agenti Pulenti”. Si tratta di un progetto educativo promosso dal Lions Club International, nato da un’idea di Emilio Mello, già responsabile dello sviluppo e ricerca scientifica del Centro Conservazione e Restauro della Venaria Reale, e realizzato in collaborazione con le Soprintendenze di Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Torino e Vercelli. Lo scopo è quello di sensibilizzare i giovani alla conoscenza, al rispetto e alla conservazione dei monumenti della città. L’iniziativa è giunta oggi al suo quinto anno di realizzazione e se finora è stata rivolta agli alunni delle scuole primarie di Piemonte e Valle D’Aosta, visto il successo e l’apprezzato valore civico ed educativo, si prefigge, nel prossimo futuro, di aumentare il raggio d’azione e coinvolgere anche altre regioni.
In questa occasione il dottor Mello, Maurizio Girardi in rappresentanza dei soci Lions di Vercelli e due restauratori professionisti, Francesco Brigadeci e Isabella Dassetto, hanno dedicato l’intera giornata alla formazione educativa di una classe prima e una classe quinta. Dapprima una lezione teorica ha aiutato gli alunni a riflettere sul valore culturale, storico ed economico dei monumenti e degli edifici pubblici e sui danni che certi atteggiamenti dei cittadini possono provocare. La seconda fase, non essendo stato possibile raggiungere il monumento situato in pazza Pajetta come programmato, a causa del maltempo, si è svolta in un’aula allestita a vero e proprio laboratorio di restauro; i bambini hanno provato a imbrattare con varie sostanze piastrelle di granito, per poi verificare in prima persona la fatica necessaria per riportarle al proprio stato originale.
Si è trattato di toccare con mano quanto possa essere dannoso un atteggiamento poco attento, rispettoso e consapevole nei confronti dei monumenti. Una lezione di senso civico, che i ragazzi sicuramente ricorderanno a lungo, proprio perché concreta e adatta allo stile di apprendimento dei giovanissimi.
L’iniziativa del Lions è stata molto apprezzata dai bambini che hanno partecipato con entusiasmo a ogni fase del progetto. Al termine lo scopo di valore civico e collettivo è stato raggiunto: hanno imparato ad assumere un atteggiamento di salvaguardia e tutela nei confronti di quei monumenti e palazzi che fanno parte del nostro inestimabile patrimonio artistico e culturale italiano.
                                                                                  

Anna Ricciardiello

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore