/ Cronaca

Cronaca | 22 maggio 2019, 09:33

Usava i soldi dei clienti per le scommesse: accusa di truffa per un ex direttore di banca

OLTRE UN MILIONE DI EURO LA CIFRA BRUCIATA AD ALMENO 13 FACOLTOSI INVESTITORI

Usava i soldi dei clienti per le scommesse: accusa di truffa per un ex direttore di banca

E' accusato di aver utilizzato i soldi di clienti facoltosi - che erano stati convinti a sottoscrivere investimenti spacciati per sicuri - per effettuare scommesse sportive. E' uno scandalo milionario quello che sta arrivando, in questi giorni, davanti ai magistrati del Tribunale di Biella e che coinvolge un trinese di 48 anni, S.T.. Negli anni precedenti al 2014, l'uomo, nella sua veste di direttore dell'Agenzia 1 di Biverbanca di Vercelli, avrebbe messo a segno un'ingegnosa truffa con la complicità di un "socio" che si era traferito a Malta e che si presentava come promotore finanziario, di un commercialista e di un ex ispettore della polizia di Biella.

Gli investitori veniovano convinti a versare denaro che però finiva su un conto svizzero e veniva utilizzato per scommesse e altri scopi che nulla avevano a che fare con quanto promesso in sede di sottoscrizione degli atti. Tredici le vittime che si sono costituite parti civili con gli avvocato Roberto Rossi e Sergio Gronda: oltre un milione di euro la cifra andata persa.

La truffa si era retta finché i tre attori prinicipali avevano destinato una parte del denaro per il pagamento degli interessi. Poi però, la vicenda era pian piano venuta alla luce: gli investitori avevano amaramente scoperto di aver perso tutto e si erano rivolti alle forze dell'ordine per cercare di ottenere giustizia.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore