/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 22 maggio 2019, 18:56

Si restaurano i busti dei vercellesi illustri

AL VIA LA PULITURA DELLE OPERE DI ERCOLE VILLA E FRANCESCO PORZIO CHE ORNANO IL VIALE DEL COMUNE

Si restaurano i busti dei vercellesi illustri

Sono iniziati in settimana i lavori di restauro dei busti collocati nel giardino di Palazzo di Città. Chi percorre il vialetto che da via Vallotti porta all’androne del Municipio, soprattutto per raggiungere i portici che danno sull’omonima piazza, può notare i sette busti che fiancheggiano il percorso e ricordano altrettanti illustri Vercellesi.

Le opere erano state collocate nel giardino nel 1924 dopo che alcune di esse erano già state nel chiostro di Sant’Andrea.

Procedendo da via Vallotti si incontrano: sulla sinistra i busti di Demetrio Ara (sindaco nel XIX secolo), Bernardino Larghi (medico nella metà ‘800), Eugenio Stefano Stara (avvocato, deputato al parlamento Subalpino nel 1848), Sereno Caccianotti (Storico e archeologo nel 1800) e sulla destra Felice Monaco (benefattore nel XIX secolo), Luigi Verga (sindaco dal 1855 al 1863), Luigi Guala (senatore nel 1890). I busti sono opere dello scultore Ercole Villa eccettuati quelli di Sereno Caccianotti e Luigi Guala, opere dello scultore Francesco Porzio.

I restauri dureranno un paio di settimane in quanto vengono utilizzati prodotti specifici che devono rimanere alcuni giorni sulle superfici interessate al fine di pulirle senza danneggiarle.

“Abbiamo ritenuto necessario – precisano il sindaco Maura Forte e l’assessore Emanuele Caradonna - l’intervento di restauro per rendere ben visibili i busti e consentire di riconoscere le effigi e i nomi di illustri concittadini. Erano ormai irriconoscibili essendo esposti ai capricci del tempo e periodicamente bisogna intervenire per mantenerli decorosamente. E’ bello che i cittadini e gli ormai numerosi turisti che percorrono il vialetto abbiano dei riferimenti che permettano di conoscere meglio la storia di Vercelli”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore