/ Spettacoli

Spettacoli | 21 maggio 2019, 08:24

Shakespeare Fondente Noir

TUTTO ESAURITO PER LA SECONDA SERATA DELLA RASSEGNA “SHAKE!” ALL’OFFICINA DEGLI ANACOLETI CON LAURA BERARDI, LICIA DI PILLO, GIUSEPPE SABATINO E IL TRIO D’ARCHI VALLOTTI

Shakespeare Fondente Noir

Se si volesse riassumere in poche parole il secondo appuntamento della rassegna “Shake!” lo si potrebbe definire un omaggio alla crudeltà. Uno Shakespeare dall’intensità “Fondente noir” quello andato in scena venerdì 17 maggio all’ Officina teatrale degli Anacoleti, davanti a una platea al completo.

Il trio di voci composto da Laura Berardi, Licia Di Pillo e Giuseppe Sabatino ha trasportato gli spettatori tra le emozioni più oscure e potenti dei personaggi shakespeariani, attraverso una selezione di brani dove la forza della violenza è un denominatore comune, quasi una linea sanguigna esplicitata dagli accessori di scena di seta rossa creati appositamente da Licia Di Pillo per questa produzione.

Ma non si tratta solo di parole di malvagi e di antagonisti. Il dramaturgo inglese dimostra che anche le voci dei “buoni”, vittime o loro difensori, possono esplodere “per l’esasperato dolore” o perché “a loro volta vogliono passare all’azione per vendicarsi.” Dichiarano gli attori, sul programma: “Lo spettacolo, rinunciando a temi pur altissimi e certo più appetibili, quali l’amore, vuol mostrare come la scrittura shakespeariana sia alta anche nelle tematiche scabrose e risulti di grande potenza immaginifica ed emozionale quando fa deflagrare le zone più oscure dell’animo umano e le associa alle più tenebrose forze della natura.”

E così ecco rincorrersi in rapida successione i personaggi di opere quali “Il mercante di Venezia”, “Giulio Cesare”, “Riccardo III”, “Amleto”, “Re Lear”, “Otello”, “Macbeth” e “Tito Andronico”, in un crescendo di intensità, anche interpretativa, che ha raggiunto inaspettate profondità.

A mettere in risalto la forza della parola pura, una regia essenziale in cui le interpretazioni degli attori si sono alternate alla musica del giovanissimo Trio d’archi Vallotti. Alessio Rolla (violino), Giulia Matraxia (violino) e Giovanni Gallone (violoncello) hanno selezionato e eseguito per l’occasione brani di forte tensione emotiva. spaziando dal barocco di Vivaldi alle pagine contemporanee del giovane compositore siciliano Salvatore Passantino.

La rassegna delle Compagnie Teatrali Vercellesi “Shake!” procede secondo il calendario pubblicato sul sito dell’Officina degli Anacoleti.

Simona Matraxia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore