/ Notizie dal Piemonte

Notizie dal Piemonte | 21 maggio 2019, 17:11

Racca (Lega): “I gravissimi fatti antidemocratici di Alba minano la libertà di espressione e di propaganda elettorale”

Il saviglianese candidato alle elezioni europee del 26 maggio commenta il grave atto vandalico che ha interessato la sede del candidato a sindaco del centrodestra Carlo Bo

Racca (Lega): “I gravissimi fatti antidemocratici di Alba minano la libertà di espressione e di propaganda elettorale”

Premesso che conosciamo benissimo cosa recita l'articolo 1 della XII Disposizione della Costituzione Italiana e che non voglio fomentare la polemica in base ad un fatto molto spiacevole (per usare un eufemismo.... altrimenti non si potrebbe che definire GRAVISSIMO ED ANTIDEMOCRATICO dal momento che viola LA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE E DI PROPAGANDA ELETTORALE LIBERA) accaduto domenica mattina ad Alba, cari amici, mi domando e vi domando: governiamo in molte e importanti regioni, centinaia di Comuni, e non è mai venuto in mente a nessuno di perseguire il nostro modus operandi, paventando la possibile ricostituzione del partito fascista?

È evidente che si sta alzando il tiro ma è altrettanto evidente che questo è l'ennesimo ed inutile colpo di coda di chi non può fare opposizione senza infangare la libertà di espressione altrui.

Se volete continuare così, continuate pure e continuate a definirvi democratici senza esserlo e definire fascista chi non lo è.

Se volete continuare appiccicando articoli della Costituzione sui nostri manifesti continuate pure, come italiano, tutte le volte che lo farete, il mio pensiero andrà ai nostri padri costituenti, ai principi di libertà e democrazia e che sono insiti nella nostra Carta Costituzionale e a chi, nella storia italiana, ha fatto sì che questi principi potessero e possano essere messi in pratica ogni giorno.

Buona fine campagna elettorale a tutti i candidati di tutti i partiti politici.

CPE

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore