/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 11 maggio 2019, 09:51

Cittadinanza onoraria a Guido Rimonda

FONTANETTO PO RENDE OMAGGIO AL MUSICISTA CHE HA RISCOPERTO E VALORIZZATO L'OPERA DI GIOVAN BATTISTA VIOTTI

Guido Rimonda

Guido Rimonda

Fontanetto Po, paese natale di Giovan Battista Viotti, confereisce la cittadinanza onoraria a Guido Rimonda, che prima e più di ogni altro si è distinto nell'opera di riscoperta e valorizzazione dell'opera viottiana. Violinista tra i più significativi della sua generazione, Rimonda è oggi direttore musicale del Viotti Festival di Vercelli e porta nel mondo, in decine di concerti ogni anno, le opere viottiane. Ma la sua, più che una scelta, è una vera e propria vocazione: aveva infatti solo 12 anni quando, accompagnato da suo padre, visitò per la prima volta Fontanetto Po e fu colpito da questa figura allora praticamente sconosciuta: quella di un violinista che da quel piccolo borgo di campagna era andato alla conquista dell'Europa, era stato venerato a Parigi e a Londra ed era poi stato dimenticato subito dopo la morte, nel 1824. Quel nome di cui non restava quasi nulla pareva chiamarlo, chiedergli che gli fosse restituito il posto che meritava nella storia della musica. E Rimonda rispose a quella chiamata: iniziò così un'opera incessante di riscoperta di antichi spartiti e manoscritti, una ricerca che lo portò in tutta Europa e che culminò, oltre 25 anni fa, nella fondazione dell'Orchestra Camerata Ducale, nata proprio con l'obiettivo di riproporre le opere del grande fontanettese. Poi è arrivata la notorietà, il Festival che oggi è una stagione di livello mondiale, il successo mediatico e discografico, che lo vede intraprendere per una major come Decca Universal il monumentale Progetto Viotti (21 cd che verranno ultimati entro la fine del 2021). Ma, in fondo, Guido Rimonda è sempre rimasto quel ragazzino appassionato che visitò Fontanetto Po con suo padre. Per questo, la cittadinanza onoraria che riceverà il 12 maggio alle 16 – simbolicamente proprio nella ricorrenza della nascita di Viotti – in piazza San Rocco dalle mani del sindaco Claudia Demarchi rappresenta una gioia immensa, una felicità che corona una vita dedicata interamente all'arte e alla musica. La motivazione ufficiale recita: “Al maestro Guido Rimonda, a cui va riconosciuto il merito di aver valorizzato e divulgato con la Camerata Ducale l’opera di Giovan Battista Viotti, legando indissolubilmente il nome di Fontanetto Po al celebre compositore e violinista che qui nacque il 12 maggio 1755.” Naturalmente, una tale cerimonia non sarebbe neppure pensabile senza la presenza della musica. Per questo, si esibiranno sia l'Orchestra Camerata Ducale, sia la Banda Musicale “Giovan Battista Viotti” di Fontanetto Po, la quale proporrà un estratto dal viottiano Concerto n.16, trascritto per l'occasione da Gianluca Calonghi, primo clarinetto della Camerata Ducale. Dunque, un evento importante e dal profondo significato per Fontanetto Po, ma anche e soprattutto una giornata nella quale storia e memoria si faranno emozione.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore