/ Politica

Politica | 10 maggio 2019, 09:08

"Conti in regola e meno tasse: bilancio dei nostri cinque anni di governo"

FORTE E COPPO: NEL 2014 OGNI VERCELLESE PAGAVA 692 EURO ALLA FINANZA LOCALE, OGGI NE VERSA 608

Il sindaco Maura Forte e l'assessore Andrea Coppo

Il sindaco Maura Forte e l'assessore Andrea Coppo

Meno tasse, conti in regola e denaro già in cassa per i futuri investimenti. Nel consueto incontro voluto per presentare le risultanze del bilancio, il sindaco Maura Forte e l’assessore Andrea Coppo sintetizzano la strada percorsa nei cinque anni di amministrazione di centro sinistra.

"Anche se qualcuno continua a negarlo - ha commentato l'assessore - il disavanzo di 16 milioni che abbiamo ereditato ha pesantemente condizionato la nostra azione amministrativa. Perché ogni centesimo dell'avanzo di amministrazione è stato utilizzato per ridurre quel debito che, oggi, è di poco superiore ai 7 milioni di euro".

Un dato significativo, tra quelli illustrati dall'assessore al Bilancio, riguarda l'indice di pressione fiscale: "Si è passati dai 692 euro che ogni cittadino pagava in tasse nel 2014 ai 608 euro del 2018. Ogni anno abbiamo abbassato le tasse nonostante i trasferimenti dello Stato si siano ridotti da 54 euro per abitante a 15 e che anche quelli regionali abbiano subito un discreto taglio".

Anche l’indebitamento pro capite è sceso costantemente: 5 anni fa era di 1280 euro, oggi si attesta a 1044 euro. "Il nostro bilancio di fine mandato è sano sia sotto il profilo della contabilità ordinaria che sul versante patrimoniale" ha aggiunto l'assessore.

Il Comune, nel 2018 ha incassato oltre 5 milioni di euro dalla riscossione di tasse e imposte comunali; ha chiuso con un fondo cassa da 16,2 milioni di euro e con un avanzo di amministrazione da 19,9 milioni di euro (dei quali solo 1 milione e 398 mila sono destinati agli investimenti; tutti gli altri andranno principalmente al Fondo Crediti di dubbia esigibilità e al recupero del disavanzo strutturale).

"Nonostante questo - ha aggiunto il sindaco - abbiano saputo trovare denaro per gli investimenti, per realizzare importanti interventi già conclusi e per lasciarne altri già pronti da realizzare nel prossimo mandato. In cassa abbiamo già i 9 milioni del Por-Fesr per la Piazza del sapere e la realizzazione della nuova biblioteca nell'area dell'Antico Ospedale, gli 11 milioni del Piano Periferie, e i 2 milioni e 300mila euro che la Regione ha appena concesso per il restauro della basilica Sant’Andrea. A questi si aggiungeranno presto un milione di euro per la mobilità sostenibile, frutto di un bando vinto nel 2016".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore