/ Trino

Trino | 29 aprile 2019, 19:30

Mensa: 260 morosi e un buco da 130mila euro

IL COMUNE DI TRINO VARA UN PIANO DI RIENTRO STRAORDINARIO E MISURE DRASTICHE PER CHI NON VUOL PAGARE

Mensa: 260 morosi e un buco da 130mila euro

Duecentossanta posizioni debitorie e un "buco" nel bilancio del servizio mensa di 130mila euro. E' questa la situazione rilevata dal Comune di Trino al termine dei controlli sul sistema informatizzato di rilevazione delle presenze e riscossione delle rette del servizio mensa.

"Nei prossimi giorni - si legge in una nota dell'amministrazione comunale, che vuole ovviamente porre un freno alle situazioni di morosità - verranno inviate lettere alle famiglie che hanno un debito superiore a 80 euro con l'invito a ricaricare l’importo comunicato rivolgendosi al punto convenzionato della Cartolibreria Italia, oppure recandosi all’Ufficio Scolastico del Comune di Trino dove può essere anche essere concordato un piano di rientro".

Chi, entro 10 giorni dal ricevimento della lettera, non avrà ottemperato al pagamento o concordato un piano di rientro, verrà automaticamente segnalato per il recupero coattivo del credito da parte di un’Agenzia esterna.

"Chi non avrà sanato la situazione debitoria o non avrà concordato o rispettato il piano di rientro, sarà automaticamente sospeso dal servizio di ristorazione scolastica e non potrà iscriversi alla mensa per l’anno scolastico successivo".

Il sindaco precisa poi che la decisione si è resa necessaria per evitare un ulteriore disavanzo del servizio e per equità verso le persone che pagano regolarmente la mensa. "Non intendiamo certo colpire le fasce più deboli - aggiunge Pane - che avranno la possibilità di sanare il debito attraverso il piano di rientro, oppure rivolgendosi ai servizi sociali, senza subire la sospensione del servizio. Subirà i provvedimenti solo chi dimostra di volersi approfittare del sistema".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore