/ Politica

Politica | 20 aprile 2019, 15:36

Elezioni Regionali: come si vota

SARANNO ELETTI 50 CONSIGLIERI CON UN SISTEMA DI VOTO DI TIPO "MISTO"

Elezioni Regionali: come si vota

Le elezioni regionali in Piemonte si svolgeranno domenica 26 maggio.

Nella stessa domenica si svolgeranno contemporaneamente anche le elezioni europee (si veda l’articolo di Infovercelli24 del 13 aprile) e le elezioni comunali (per il comune di Vercelli e per altri 39 comuni della provincia di Vercelli).

La Regione, tra le sue competenze, esercita anche la funzione legislativa sulle materie non espressamente riservate alla legislazione dello Stato. La sede del Consiglio regionale del Piemonte si trova nel centro storico di Torino, a Palazzo Lascaris.

Il Consiglio regionale del Piemonte, come prevede l’art. 17 dello Statuto, sarà composto dal Presidente della Giunta regionale (comunemente chiamato “Governatore”) e da 50 consiglieri regionali.

Saranno eletti 50 consiglieri (51 considerando anche il Presidente) con un sistema di voto di tipo misto. La parte proporzionale (40 seggi su base provinciale) prevede 21 seggi a Torino, 5 a Cuneo, 4 ad Alessandria, 3 a Novara, 2 ad Asti, 2 a Biella, 2 a Vercelli e 1 al Verbano-Cusio-Ossola. La parte maggioritaria (10 seggi) sarà assegnata al cosiddetto “listino” collegato al candidato vincitore.

Potranno votare tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali del proprio Comune che avranno compiuto il 18° anno di età entro il 26 maggio 2019. Ogni cittadino elettore andrà al proprio seggio elettorale portando con sé la tessera elettorale (rilasciata dal proprio Comune di residenza) insieme a un valido documento di identità.

Le urne saranno aperte dalle 7 alle 23 nella sola giornata di domenica 26 maggio.

Non è previsto un ballottaggio. E’ stabilito uno sbarramento del 3% (vale a dire il livello minimo dei voti validi - per una lista - necessari per accedere alla ripartizione dei seggi).

Il candidato che otterrà un solo voto in più degli altri sarà eletto nuovo Presidente della Giunta regionale.

L’elettore può esprimere il suo voto con differenti modalità:

a) può votare per una lista provinciale, contrassegnando il simbolo scelto riportato sulla scheda, senza esprimere alcuna preferenza. In questo caso il voto si intende espresso a favore della lista provinciale e si trasferisce automaticamente alla lista regionale collegata e al relativo candidato Presidente della Giunta;

b) può votare per una lista provinciale, contrassegnando il simbolo scelto riportato sulla scheda, esprimere una preferenza per un candidato di quella lista e contrassegnare anche il simbolo o il nominativo del candidato Presidente della Giunta. In questo caso il voto si intende espresso a favore della lista provinciale, a favore della lista regionale e del candidato Presidente e a favore del candidato della lista provinciale;

c) può votare esprimendo soltanto la preferenza, senza contrassegnare alcun simbolo o lista. Il voto si intende espresso a favore del candidato della lista provinciale prescelto, alla lista provinciale stessa e si intende espresso anche per il candidato Presidente della Giunta regionale collegato;

d) può votare per il candidato Presidente della Giunta, contrassegnando il simbolo, oppure facendo un segno sul nome dello stesso candidato. Il voto si intende espresso solo per la lista regionale e per il candidato presidente, ma non si trasferisce ad alcuna lista provinciale collegata.

e) può votare per il candidato Presidente della Giunta (e la relativa lista regionale), contrassegnandone il simbolo e, anche, per una lista provinciale non collegata, facendo un segno sul corrispondente contrassegno. Questa possibilità si chiama “voto disgiunto”.


In sintesi:

1) il voto espresso per una lista provinciale si intende espresso anche a favore del candidato Presidente della Giunta;

2) il voto espresso solo per il candidato Presidente della Giunta non si estende ad alcuna delle liste provinciali collegate.





 

Pierluigi Lamolea

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore