/ Cronaca

Cronaca | 17 aprile 2019, 09:34

Tre condanne per i maltrattamenti alla Piccola Opera Charitas

A SENTENZA IL PROCESSO CONTRO TRE EX OPERATRICI SOCIO SANITARIE

Tre condanne per i maltrattamenti alla Piccola Opera Charitas

Pene comprese tra un anno e 8 mesi e un anno e 4 mesi per le tre ex dipendenti della Piccola Opera Charitas finite a processo, davanti al Tribunale di Vercelli, con le accuse di maltrattamenti nei confronti di alcune anziane ospiti della struttura.

leggi anche: MALTRATTAMENTI AGLI ANZIANI: CHIESTE TRE CONDANNE

Zaonuti Skapeti, difesa dall’avvocato Andrea Uga, è stata condannata a un anno e 8 mesi; Ahou Suzanne Koussi, difesa da Marco Materi, ha avuto un anno e sei mesi e infine Caterina Giammarinaro, difesa da Monica Grattarola, ha avuto un anno e 4 mesi.

Le tre Oss, licenziate dalla struttura, erano finite al centro dell'inchiesta dopo la denuncia presentata dai carabinieri da parte della presidente della Piccola Opera, Tiziana Archero, che, dopo aver ricevuto alcune confidenze e lamentele da parte di anziane, si era rivolta alle forze dell'ordine. Le immagini delle videocamere, posizionate dalle forze dell'ordine, avevano permesso di isolare atti delle operatrici ascrivibili a maltrattamenti: strattoni, espressioni spiacevoli, modi di fare bruschi rivolti a persone anziane e indifese. Al processo hanno scelto il rito abbreviato, ottenendo così lo sconto di un terzo della pena.

A favore della Piccola Opera Charitas, che si era costituita parte civile, con i legali Roberto Rossi e Alberto Ritegno, il giudice ha stabilito il versamento di 10mila euro per i danni subiti.

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore