/ Attualità

Attualità | 16 aprile 2019, 10:28

Esenzioni ticket per reddito: code in vista e accessi limitati agli sportelli

VERCELLI, BORGOSESIA, SANTHIA' E GATTINARA: REQUISITI E MODALITA' PER RINNOVARE IL DOCUMENTO

Esenzioni ticket per reddito: code in vista e accessi limitati agli sportelli

Dal 1° aprile è possibile effettuare il rinnovo delle esenzioni dal ticket per motivi di reddito in scadenza il 31 marzo 2019. 

Gli sportelli aziendali a cui rivolgersi sono quelli dedicati alla Scelta e Revoca.

In particolar modo presso gli sportelli di Vercelli e Borgosesia, dove si registra la maggiore affluenza, vengono erogati fino ad un massimo di 150 numeri giornalieri. Sono invece 100 a Santhià e 100 a Gattinara. Nelle altre sedi territoriali non sono previsti limiti di accessi.

A Vercelli, Santhià, Gattinara e Borgosesia gli utenti vengono ricevuti presso gli sportelli in base all’ordine del numero erogato e fino ad esaurimento.

Specificatamente per la sede di Vercelli, dovendo garantire la sicurezza, sia dell’utenza che degli operatori, data la capienza della struttura pari a 80 persone, il flusso di accesso viene gestito da personale incaricato in quanto nella stessa sede oltre agli sportelli per le esenzioni da reddito sono presenti gli sportelli CUP.

Informiamo la popolazione che in questi giorni si potrà registrare un notevole afflusso di persone, tenuto conto che gli sportelli sono operativi anche per chi deve effettuare la scelta e revoca del proprio medico curante e/o iscrizione a SSR. 

Si ricorda anche che gli utenti già in possesso di esenzione E01 possono verificarne il rinnovo automatico direttamente presso il proprio medico curante e recarsi in un secondo tempo agli sportelli per la stampa cartacea dell’esenzione.

Coloro che sono già in possesso delle credenziali “Sistema Piemonte” o di “Credenziali SPID” possono visionare e/o stampare il certificato di esenzione collegandosi al sito: SistemaPiemonte.it / SERVIZI PER PRIVATI / Salute /Autocertificazione esenzioni da reddito.

Ricordiamo, infatti, che è attiva la funzionalità telematica per consentire al cittadino, in qualità di dichiarante, la presentazione alle ASL e pertanto al Sistema Tessera Sanitaria delle autocertificazioni per l’esenzione per reddito.

 

Ricordiamo che le categorie che usufruiscono dell’esenzione sono:

ü     E01: cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito lordo complessivo non superiore a euro 36.151,98 (il minore al compimento del sesto anno non potrà più usufruire di tale esenzione);

ü     E03 titolari di pensione o assegno sociale e loro familiari a carico;

ü     E04 titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito lordo complessivo inferiore a euro 8.263,31, incrementato fino a euro 11.362,05 in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori euro 516,46 per ogni figlio a carico.

 Il cittadino in possesso del certificato di esenzione con il codice E02, ovvero il disoccupato, iscritto al Centro per l’Impiego - non in cerca di un primo lavoro - e suoi familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito lordo complessivo inferiore a euro 8.263,31, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori euro 516,46 per ogni figlio a carico), dovrà recarsi alla propria Asl di residenza per l’eventuale rinnovo del certificato o utilizzare il suddetto servizio telematico messo a disposizione da SistemaPiemonte.

Si comunica che Regione Piemonte ha stabilito che a far data dal 1° marzo 2019 è eliminata la quota fissa di compartecipazione alla spesa farmaceutica da parte degli assistiti e quindi, di conseguenza, eliminata l’esenzione regionale E05 in quanto non più efficace.

Si ribadisce che è sempre responsabilità, anche penale, dell’assistito comunicare tempestivamente alla ASL la perdita del diritto all’esenzione alla variazione delle sue condizioni reddituali, lavorative e/o di stato civile all’atto della prescrizione e che l’utilizzo improprio può comportare l’applicazione di sanzioni previste in merito dalla legge[1].

 

Si ricorda che il riferimento al reddito familiare è quello lordo complessivo dell’anno precedente.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore