/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 13 aprile 2019, 18:28

Pro Vercelli - Lucchese 0 a 0. Con rimpianto

AL NOVANTESIMO COMI SI FA PARARE UN RIGORE - GIUSTO, PERO', IL RISULTATO - LA SQUADRA DI GRIECO E' QUINTA

Comi, un rigore fallito

Comi, un rigore fallito

COMMENTO

Una buona Lucchese imbriglia la Pro Vercelli soprattutto a centrocampo. Poche le occasioni da gol. Proprio al novantesimo Caomi sbaglia un rigore: il suo tiro è troppo centrale. E la Pro si accoda in classifica: quinto posto.
La squadra di Grieco, comunque, non ha giocato male. Ma ci aveva abituato ad altre prestazioni.

Poco felice il commiato al Piola da questo campionato. La prossima gara che vedremo sarà un incontro dei play off.


PRIMO TEMPO

Cominciamo con i risultati della altre: Carrarese 2 Gozzano 1; Albissola 3 Siena 2; Arzachena 0 Pisa 3; vittoria a tavolino per l'Arezzo (contro la Pro Piacenza). Giornata no, insomma, solo per il Siena.

Si parte. Angolo, tiro di Rosso, para Falcone. Ancora angolo, Milesi, alto. Siamo al 2'.

Tiro del regista Mauri (fratello del Mauri del Milan), para facile Nobile. È il 13'.

Ammonito Provenzano per fallo su Mal, siamo al 25' e la partita è da sbadiglio.

Morra, azione sulla destra, assist per Germano che, solo davanti a Falcone, sbaglia il tempo, con la sfera che gli sfiora solo i tacchetti

La Lucchese (ricordiamo che ha pareggiato sul campo dell'Entella) ha un gioco ben organizzato.

Ripartenza Pro con Morra che lancia Germano, esce con il giusto tempismo l'ex dodicesimo della Sampdoria, Falcone.

Morra contro tutti, doppio passo e tiro da trenta metri, respinge Falcone. È il 35'.

Da raccontare, per quanto riguarda la prima frazione, non c'è altro.


RIPRESA

Angolo conquistato dall'ottimo Simone Rosso, batte Mammarella, Crescenzi schiaccia di testa, palla alta ma non troppo. È il 53'.

Si scalda Comi, applausi.

Esce Simone Rosso.

Comi strattonato in area, l'arbitro o non vede o finge. Rigore negato.

Max Gatto: grande slalom al limite, tiraccio alto. È il 65'.

Angolo, Mammarella impegna direttamente Falcone.

Grieco fa scaldare Iezzi, evidentemente ha bisogno di qualcuno che crossi dalla fascia.

Si scalda anche Bellemo. Usciranno Mal e Germano?

No. Entrano Iezzi e Bellemo, escono Max Gatto e Sangiorgi.

Lucchese all'attacco, Milesi e Berra sbrogliano. Angolo, colpa di testa di Martinelli, fuori di poco ma poco.

Risponde Morra di sinistro, alto.

Mancano 15 minuti più recupero alla fine.

Palla in area, Nobile si concede il lusso di dribblare Bortolussi. Bella ma da brividi.

Cross di Mammarella, Germano trattenuto, altro rigore negato o non visto.

Mancano 10 minuti più recupero.

Punizione per la Lucchese, palla che ballonzola in area, libera Mal.

Morra entra in area, è solo, prova a sorprendere Falcone con l'esterno, ma il tiro è senza pretese.

Altro doppio cambio: entrano Gerbi e Paolo Grillo, fuori Morra e Germano. Siamo all'86, Pro con quattro punte. Grieco rischia a fa bene.

Mancano 4 minuti più recupero.

Trattenuta su Comi in area, rigore. Comi sul dischetto. Si perde tempo, l'arbitro controlla che nessuno entri in area. Soliti passettini, ma il tiro è centrale e Falcone para. È il novantesimo.

Quattro di recupero.

Tiro di Bortolussi, fuori.

Mancano 1 minuto e pochi secondi.

Niente da fare, finisce zero a zero. La Pro è quinta.


ARBITRO Pirrotta della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto

AMMONITI: Provenzano, Bernardini, Di Nardo, Zanini della Lucchese; Iezzi della Pro Vercelli.


PRO VERCELLI (3-4-2-1): Nobile; Berra, Milesi, Crescenzi; Germano (Paolo Grillo dall'86'), Mal, Sangiorgi (Bellemo dal 72'), Mammarella; Rosso (Comi dal 54'), Max Gatto (Iezzi dal 72'); Morra (Gerbi dall'86'),

A disposizione: Moschin, Merio, Comi, Bellemo, Schiavon, Grillo, Volpe, Auriletto, Pezziardi, Iezzi, Foglia, Gerbi.

All. Grieco.

LUCCHESE (4-3-3): Falcone; Lombardo, Gabbia, Martinelli, Favale; De Vito, Mauri, Zanini; Provenzano (Bernardini dal 57'), Sorrentino (Di Nardo dal 57'), Bortolussi.

A disposizione: Aiolfi, Bernardini, Santovito, Di Nardo, Palmese, Strechie, Isufaj, Fazzi, De Feo. All. Langella.


Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore