/ Economia

Economia | 11 aprile 2019, 15:39

Amazon, taglio del nastro allo stabilimento di Torrazza

L'APERTURA E' PREVISTA PER QUESTA ESTATE - 1200 POSTI DI LAVORO IN 3 ANNI

L'INAUGURAZIONE, QUESTA MATTINA

L'INAUGURAZIONE, QUESTA MATTINA

Giornata storica, questa mattina a Torrazza Piemonte, per il taglio del nastro allo stabilimento Amazon, sulla strada che porta a Rondissone.

L'amministrazione comunale del sindaco Massimo Rozzino, il sindaco di Torino Chiara Appendino, Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte, ma anche Laura Castelli, vice ministro dell'Economia e delle Finanze, Claudio Durigon, sottosegretario del Ministero del Lavoro ed i vertici di Amazon, Roy Perticucci, vice presidente Amazon Operations per l'Europa ed il Nord America e Mariangela Marseglia, Country Manager Amazon per Italia e Spagna, hanno presentato lo stato dei lavori del nuovo stabilimento del colosso dell'e-commerce. L'apertura è prevista per quest'estate.

Con una superficie di 60 mila metri quadrati, il nuovo sito sarà il quarto centro di distribuzione in Italia ed il secondo ad essere dotato della moderna tecnologia Amazon Robotics. Servirà soprattutto per la distribuzione nel Nord Italia, in Franzia e in Svizzera. Inoltre, è prevista la creazione di 1.200 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall'avvio dell'attività.

Soddisfatti i vertici di Amazon, che sono intervenuti nel corso della mattinata.

Roy Perticucci, Vice President Amazon Operations per l’Europa e il Nord America, ha infatti commentato: “In Amazon, la priorità numero uno è dare il massimo per i nostri clienti: grazie al nuovo centro di distribuzione e alle tecnologie all’avanguardia di cui sarà dotato, saremo in grado di soddisfare al meglio le esigenze di chi acquista su Amazon.it. I nostri clienti scelgono Amazon per l’ampia gamma di prodotti offerti e perché siamo in grado di consegnare ciò che acquistano nel modo più veloce e conveniente possibile. Il nostro nuovo centro di distribuzione in Italia rafforzerà la rete logistica dell’azienda per far fronte al costante aumento dei volumi di prodotti venduti e consegnati. Dal suo arrivo nel nostro Paese nel 2010, Amazon ha investito oltre €1,6 miliardi e creato più di 5.500 posti a tempo indeterminato, e oggi confermiamo un ulteriore investimento e la creazione di nuovi posti di lavoro nel centro di distribuzione di Torrazza Piemonte”.

Mariangela Marseglia, Country Manager Amazon per Italia e Spagna ha aggiunto: “Il modo in cui stiamo sviluppando questo centro di distribuzione rappresenta per Amazon un perfetto esempio della relazione trasparente e collaborativa che vogliamo costruire e consolidare con le comunità locali, le istituzioni, le associazioni imprenditoriali e i consumatori. Oggi vediamo un notevole aumento delle imprese, di tutte le dimensioni, che beneficiano dell’utilizzo del nostro marketplace per vendere i propri prodotti in tutta Europa e nel resto del mondo. Il nostro obiettivo è offrire nuovi ed efficienti strumenti e servizi alle imprese italiane, consentendo loro di crescere raggiungendo milioni di nuovi clienti”.

Sono intervenuti anche i politici. Laura Castelli, Viceministro dell’Economia e Finanze, ha dichiarato: “Da parte del Governo c’è un impegno concreto per promuovere ogni investimento che contribuisca alla crescita dell’economia del Paese, alla creazione di nuovi posti di lavoro. C’è la volontà chiara di intervenire per il miglioramento della qualità della vita dei nostri concittadini. La scelta di Amazon di continuare a investire in Italia testimonia da un lato la competitività della nostra economia e d’altro canto dimostra come una pianificazione realmente attenta alle esigenze dei territori e dei cittadini possa promuovere e attrarre investimenti privati di grande interesse”.

Claudio Durigon, Sottosegretario di Stato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha aggiunto: “L’apertura di un quarto polo logistico di Amazon in Italia rappresenta un fatto importante anche per la spinta occupazionale che apporterà al nostro tessuto economico. La previsione di circa 1.200 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato in tre anni rappresenta una prospettiva concreta di inserimento lavorativo per tanti giovani, che avranno l’opportunità di essere inseriti in un contesto altamente tecnologico e con le dovute garanzie di tutela. Le interlocuzioni avute fino ad ora con la multinazionale spianano la strada verso la costruzione di un sistema di relazioni industriali condiviso ed improntato alla partecipazione e responsabilizzazione delle parti. Sotto il profilo economico sottolineo l’impulso che conseguirà all’apertura del nuovo sito per la distribuzione dei prodotti realizzati dalle imprese italiane, sia sul territorio nazionale che all’estero, che potranno subire un’ accelerazione delle vendite con evidenti ricadute sul piano dello sviluppo economico del nostro Paese. Auspico, infine che altri eventi come quello che abbiamo celebrato oggi possano presto vedere la luce in altri territori del nostro amato Paese, specie al Sud dove è forte l’esigenza di una incisiva spinta espansiva”.

“L’arrivo di Amazon a Torrazza conferma la capacità attrattiva della nostra regione nei confronti di importanti player internazionali. In Piemonte, ad oggi, Amazon conta due centri di distribuzione, a Vercelli e Torrazza, e un deposito di smistamento a Brandizzo. Inoltre, l’azienda ha scelto Torino come sede del suo centro di Ricerca e Sviluppo” ha ricordato il Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino.

Chiara Appendino, sindaca di Torino, ha commentato: “Gli investimenti sul territorio che portano sviluppo e posti di lavoro sono sempre una buona notizia, specie in un contesto che, come sappiamo, ha patito la crisi più di altri. L’auspicio è che l'innovazione e la tecnologia che da sempre caratterizzano Amazon si possano conciliare al meglio con le realtà esistenti sul territorio, diventando ulteriore propulsore per la crescita e il benessere collettivo”.

Il sindaco di Torrazza Piemonte Massimo Rozzino ha dato il suo benvenuto ad Amazon sottolineando “la grande opportunità occupazionale collegata a questa apertura e offerta alla comunità locale. L’amministrazione continuerà a lavorare a stretto contatto con l’azienda affinché il nuovo polo logistico possa rappresentare fin da subito un motore di crescita per l’economia del territorio e la comunità locale”.

Dopo la presentazione del progetto e la visita allo stabilimento, un piccolo spettacolo di luci e musica ha allietato i presenti ed i bambini della 5D, in rappresentanza di tutte le scuole del paese, hanno inserito alcuni oggetti in una capsula del tempo: un dispositivo Kindle, un Amazon Echo, l’album musicale (“Fatti sentire” di Laura Pausini), il libro (“Divertiti con Luì e Sofì”, il fantalibro dei Me contro Te”) e il DVD (“Harry Potter - Collezione Completa”) più venduti su Amazon.it nel 2018 e dei disegni su come sarà Torrazza tra dieci anni. I migliori elaborati sono stati inseriti nella capsula del tempo che verrà riaperta ad aprile 2029.

Intanto, in attesa dell'apertura ufficiale, lunedì 15, nel salone polivalente si terrà un recruiting day in cui tutti gli interessati potranno lasciare il proprio cv.


Antonia Gorgoglione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore