/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 10 aprile 2019, 23:12

La Divina Commedia in dialetto

SABATO IN BIBLIOTECA (VIA FERRARIS 95), ROBERTO SBARATTO E CINZIA ORDINE (DELL'ASSOCIAZIONE IL PORTO) RIPROPORRANNO IL LAVORO DI GIOVANNI GUAITA E FEDERICO BAVAGNOLI

La Divina Commedia in dialetto

Era il 2002, quando Giovanni Guaita e Federico Bavagnoli davano alle stampe il prezioso volume della Divina Commedia tradotta in dialetto vercellese dallo stesso professor Guaita. Cinque anni più tardi, nel 2007, l'Associazione "Il Porto" dedicò un'intera serata in piazza Cavour a Vercelli, alla prima lettura pubblica teatralizzata e accompagnata, allora, dalla musica dal vivo di Stefano Profeta e Nadio Marenco, rispettivamente al contrabbasso e alla fisarmonica. La voce narrante era già quella di Roberto Sbaratto, la stessa che, sabato 13 aprile alle ore 17, presso la Sala incontri della Biblioteca Civica, in via G. Ferraris 95, riprenderà la lettura dei passi più affascinanti dell'Inferno, del Purgatorio e del Paradiso, con il commento letterario di Cinzia Ordine.

L'evento si inquadra, come “maratona di lettura”, nel contesto delle manifestazioni di "Piemonte che legge" e del progetto "Oh un libro che fa… Comunità" realizzato da Biblion s.c. in collaborazione con l’Associazione culturale “Il Porto”, finanziato dalla Regione Piemonte (L.R. 58/78 Promozione del Libro e della Lettura) e con il contributo del Comune di Vercelli.

in collaborazione con Biblion e con la sponsorizzazione della Regione Piemonte e del Comune di Vercelli.

Un appuntamento da non perdere, per gli amanti della letteratura e della "lingua" vercellese.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore