/ Salute

Salute | 08 aprile 2019, 16:37

Un centro medico per residenti e turisti

ASL, COMUNE DI ALAGNA, COMUNITA' MONTANA E MONTEROSA 2000 INVESTONO SULLA CREAZIONE DI UN PUNTO SALUTE IN UN'ALA DEL PALAZZETTO DELLO SPORT. ECCO I SERVIZI CHE VERRANNO EROGATI

Il rendering del progetto

Il rendering del progetto

Un'alleanza pubblico-privato per favorire la salute dei cittadini che vivono e frequentano l'Alta Valsesia valorizzando la bellezza che caratterizza questi territori.
Nasce con questo obiettivo il progetto che vede come protagonisti il comune di Alagna Valsesia, l'Asl di Vercelli, Monterosa 2000 S.p.A e l'Unione Montana dei Comuni della Valsesia.
Alla base un accordo per creare - in un'ala del palazzetto dello sport, messa a disposizione dal comune di Alagna - un centro di servizi sanitari e di assistenza destinato a diventare un punto di riferimento per i residenti e i molti turisti che in queste zone praticano sport invernali ed estivi.
Il cittadino che ne avrà bisogno potrà rivolgersi al centro per ricevere assistenza medica, servizi infermieristici e prestazioni radiologiche di base.
L'Asl di Vercelli garantirà la presenza di personale infermieristico per 36 ore settimanali e la continuità delle cure primarie con la presenza del medico di medicina generale per 2 ore al giorno per 5 giorni negli orari di ambulatorio; il medico, oltre a visitare i propri assistiti, potrà svolgere in questa struttura anche attività libero professionale.
Un polo per la salute, dunque, dove - attraverso la sinergia con l'Unione Montana dei Comuni della Valsesia - ci sarà spazio anche per uno degli sportelli SUSS: sportelli unici socio assistenziali per i residenti, da integrare con la rete dei servizi socio sanitari già presente in diverse zone appartenenti alle aree di competenza dell'Asl di Vercelli.
Assistenza, dunque, ma anche tecnologia e diagnostica. Oltre a quanto già proposto si pensa di dotare il centro di una apparecchiatura radiologica per poter effettuare esami su torace, addome ed i primi accertamenti in caso di fratture o lesioni ortopediche, e sarà la società Monterosa 2000 spa a favorire l'attività di consulenza ortopedica che andrà ad affiancare l'attività di soccorso già svolta sulle piste, oltre a garantire un nuovo importante servizio.

“Un progetto nato con l'obiettivo di valorizzare il territorio e al tempo stesso prevenire lo spopolamento delle nostre zone -  dice il sindaco di Alagna Roberto Veggi - creando più servizi per i cittadini e per i turisti. Un'occasione che riteniamo preziosa per essere sempre più competitivi dal punto di vista turistico e che rappresenta un ottimo risultato per la nostra amministrazione. In aggiunta agli importanti servizi sanitari offerti, nel centro medico sarà possibile prenotare visite e prestazioni nelle strutture ASL oltre che ritirare i referti delle prestazioni effettuate senza doversi recare nuovamente in ospedale”.

“Dal punto di vista della gestione del territorio su area vasta - dice il presidente dell' Unione Montana Valsesia Pierluigi Primo - questa iniziativa è assolutamente lodevole perchè porta un nuovo presidio sanitario sul territorio, che potrà essere utile anche e soprattutto ai residenti dell'Alta Valle. Proprio per questo la nostra Unione Montana collabora nell'iniziativa impegnandosi ad istituire in questo centro medico un nuovo sportello socio assistenziale”.

“Come Asl di Vercelli - sottolinea il direttore generale Chiara Serpieri - abbiamo sempre creduto nel potere che le sinergie possono determinare. Il territorio della nostra Asl abbraccia aree di montagna in cui è importante creare dei punti di accesso privilegiati a cui i nostri utenti possono rivolgersi per quei servizi di assistenza di base che spesso contraddistinguono la loro quotidianità come prelievi, terapie, assistenza infermieristica, medicazioni e ritiro referti. Pensiamo che la presenza di questo centro possa aiutare a semplificare la vita di ogni giorno e favorire lo sviluppo delle politiche di presa in carico della fragilità che sono il fulcro della assistenza sanitaria territoriale ed è per tale ragione che abbiamo voluto sostenerlo”.

“MonteRosa 2000 SPA ha alle spalle una storia fatta di investimenti che negli anni hanno contribuito a costruire ed accrescere la reputazione turistica dell'Alta Valsesia, in un contesto fatto di bellezze naturali, storiche e culturali - conclude il presidente Luciano Zanetta - Tutto ciò deve coniugarsi con la possibilità di offrire servizi a 360 gradi, anche sul piano della salute. Poter contare su un centro con queste caratteristiche significa mostrare sensibilità e attenzione verso i nostri principali interlocutori: cioè la popolazione e tutti coloro che frequentano e vivono i nostri impianti”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore