/ Politica

Politica | 07 aprile 2019, 10:48

"Le dimenticanze del sindaco sui nuovi insediamenti commerciali"

LA LEGA: LA VARIANTE PER L'AREA EX GARAVELLI E' UNA SCELTA DI QUESTA AMMINISTRAZIONE, NON DELLA GIUNTA CORSARO

Gli attivisti della Lega impegnati nella raccolta firme per la lista

Gli attivisti della Lega impegnati nella raccolta firme per la lista

"Sugli ultimi insediamenti commerciali autorizzati nella zona di Porta Torino, le cose non stanno esattamente come dice la signora Forte". E' affidata a una nota firmata dalla segreteria cittadina della Lega la replica al comunicato con cui l'amministrazione cittadina aveva attribuito alla precedente amministrazione di centro destra la destinazione commerciale delle aree all'ingresso della città.

leggi anche: I CENTRI COMMERCIALI A PORTA TORINO? LI HA VOLUTI IN CENTRO DESTRA

"Quanto nervosismo amministrativo dimostra la signora Forte nei confronti di quei commercianti rei di essersi permessi di criticare i nuovi insediamenti commerciali in periferia - scrive il segretario Gian Carlo Locarni -. Nervosismo che sfocia in una dimenticanza, adducendo le colpe di tali insediamenti alla giunta che la precedette. La dimenticanza sta nel non sottolineare la variante che ha concesso l’utilizzo dell’area ex Garavelli, trasformandola a commerciale di migliaia di metri quadri, apportata dalla sua giunta".

Locarni va poi oltre, attaccando l'amministrazione su altre tematiche recentemente salite agli onori della polemica politica: "Dimenticanza che fa il paio con quelle legate al non insediamento di un impianto di trattamento di rifiuti alle porte della città. Dimenticanza legata, forse, al viaggio nel Trentino se non suo dei suoi dirigenti, sempre in merito a tale insediamento di trattamento dei rifiuti. Dimenticanza legata anche alla leggerezza, almeno così sembrerebbe,  con cui ci si occupa di tematiche ambientali. Tali e tante dimenticanze riporterebbero alla memoria del famoso smemorato di Collegno ma qui siamo a Vercelli e più che di dimenticanze si sente la necessità di azioni concrete a supporto della cittadinanza che come i commercianti ha bisogno di sentire la vicinanza della propria amministrazione e non sentirsi corpo estraneo ad essa".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore