/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 22 marzo 2019, 14:54

«Sangiorgi? Un giovane che ragiona come un giocatore esperto»

Il tecnico della Pro Vercelli, Grieco, alla vigilia dell'incontro con la Juventus U23

Greco e Sangiorgi

Greco e Sangiorgi

Con il dopo Entella nei muscoli e nelle testa, domani ad Alessandria, Pro Vercelli in trasferta (saranno 5, da qui alla fine; e 2 le gare interne) contro la Juventus U23.

Ma azioniamo il replay e torniamo alla gara con l'Entella. Si è detto di tutto, ma una certezza condivisa da tutti c'è: per l'ennesima volta ha brillato la stella di Sangiorgi, il giovane fortemente voluto in prima squadra da Vito Grieco.

«Un giovane che ragiona come un giocatore esperto. Giocò bene a Piacenza, poi, dopo un infortunio, è rientrato nel secondo tempo contro il Novara e, da allora, ha preso in mano la chiave del nostro centrocampo. È un giocatore completo, perché ha qualità e rabbia agonistica. Ma fatemi ricordare per l'ennesima volta che siamo l'unica società ad aver valorizzato giovani che non prevengono dalla Juve o dal Milan, ma che sono cresciuti qui, nella Pro Vercelli».

Mister, luci e ombre della gara con l'Entella.

«Non vedo ombre. In difesa abbiamo un solo tiro all'Entella. Forzare? Certo che si poteva, ma...» alza le spalle Grieco, come a dire: era il caso visto il divario tecnico?

Una curiosità. Lei ha provato il 4-4-2 e a volte il 3-5-2. Il modulo più utilizzato è stato il 4-2-3-1. La domanda è questa: ha mai pensato a un 4-3-3 così da far emergere le doti da cursore a tutto campo di Germano, magari con esterni alti con Max Gatto e Simone Rosso?

«In pratica noi giochiamo già con il centrocampo a tre, perché il giocatore che sta dietro le punte è il terzo di centrocampo che attacca gli spazi, un po' “alla Perrotta” o alla Nainggolan”. Proviamo diverse soluzioni e, tra quelle provate, non mi spiace il 3-4-3, con i due esterni che giocano alti e larghi. Vedremo».

Domani partita non facile. La Juventus U23 arriva infatti da 3 vittorie consecutive.

«Oltre alle tre vittorie c'è da considerare che sono gli stessi giocatori dell'andata, ma con un'altra mentalità. Per noi sarà una partita difficile, veniamo da tre gare in sette giorni, l'ultima delle quali, con l'Entella, ha sottratto energie muscolari e mentali».

Chi recupera?

«Simone Rosso verrà in panchina, ma sarà pronto tra una settimana. Diciamo che questa è la nota dolente... giocheranno gli stessi, quelli che ho a disposizione».


Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore