/ Cronaca

Cronaca | 16 marzo 2019, 15:40

"Forza, Miriam: siamo tutti con te"

LA SOCIETA' DI BASKET E GLI AMICI SOLIDALI CON LA GIOVANE CHE IL PADRE HA TENTATO DI INVESTIRE

"Forza, Miriam: siamo tutti con te"

"Siamo un solo gruppo e sappiamo benissimo quanto tu sia forte. ADBT Livorno Ferraris sarà il tuo scudo. Ti aspettiamo Miriam". In due righe colme di affetto è racchiuso tutto il legame che unisce la giovane, aggredita venerdì dal padre - che ha tentato di investirla con l'auto - alla comunità in cui vive.

leggi anche: INSEGUE LA FIGLIA E TENTA DI INVESTIRLA CON L'AUTO

Un post condiviso e commentato quello della società di basket, dove la ventenne, nata in Marocco ma cresciuta a Livorno Ferraris, gioca da anni ed è molto apprezzata.

 

Lo sport, così come lo studio, la decisione di non portare il velo, di italianizzare il nome in Miriam e di cercarsi un lavoro dopo il diploma sono tanti segni della sua voglia di essere una ragazza come tutte le altre, integrata in un mondo di cui si sente parte e nel quale vuole costruirsi un futuro.

Molti i commenti di incoraggiamento: "Noi ti conosciamo, sappiamo che sei una roccia"; "Sii forte e vinci anche queste sfida" - tanto per citarne alcuni.

La giovane che aveva battuto la testa a terra per evitare di essere investita dall'auto condotta dal padre, è stata dimessa dall'ospedale con una prognosi di cinque giorni.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore