/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 05 marzo 2019, 00:22

Accademia del ricercare e tre insegnanti del Liceo Musicale in concerto

GIOVEDì SERA, AULA MAGNA DEL LAGRANGIA - SUL PALCO DUE STUDENTI: FEDERICO E LUDOVICO ALLEGRO - E UNA INTERESSANTE MASTERCLASS POMERIDIANA

Accademia del ricercare e tre insegnanti del Liceo Musicale in concerto

Dopo il grande successo del concerto dello scorso 22 febbraio, che ha visto l’Aula Magna dell’antico Istituto “Rosa Stampa” gremita di pubblico per seguire le prodezze pianistiche del grande Bruno Canino, con il concerto di giovedì 7 marzo, la Stagione del Liceo Musicale “Lagrangia” è al suo giro di boa. Per questo si è voluto dedicare tutto l’appuntamento agli studenti e al loro interesse per gli strumenti della musica antica e per quegli stilemi che hanno percorso tutta la storia della musica attraversandola dal passato al presente.

Concerto serale e masterclass pomeridiana avranno, dunque, due fili conduttori: da una parte l’analisi storico- musicologica e l’impiego in brani datati tra il 1500 e il 1700 di antichi strumenti a fiato (da flauti diritti di varie taglie, al traversiere), della tiorba e del clavicembalo sotto la guida di Manuel Staropoli, Ugo Nastrucci e Claudia Ferrero; dall’altra l’utilizzo di uno degli stilemi più interessanti della storia della musica occidentale, il “basso ostinato”, nato come forma di accompagnamento nella musica barocca, per poi trasformarsi e giungere ad influenzare molta produzione moderna e contemporanea, dotta e popolare, per giungere fino al riff della musica rock.

A guidare studenti e pubblico in questo viaggio originale ed entusiasmante ci saranno, oltre ai musicisti dell’Accademia del Ricercare, tra cui Claudia Ferrero, docente del Liceo vercellese, altri tre insegnanti del “Lagrangia”: Lamberto Curtoni, violoncellista, che proporrà tre brani di sua composizione, Elisabetta Piras, pianista, che eseguirà brani di Satie, Chopin e Barber e Sergio Sorrentino che, con le sue chitarre (classiche ed elettriche), ci porterà nel mondo delle sei corde contemporanee con brani di Ginastera e di sua composizione.

Più che un concerto, dunque, quello del 7 marzo, sarà un viaggio inedito ed autorevole nel mondo della musica, attraverso cinque secoli di storia e di generi, alla ricerca di elementi comuni e di dissonanze. Il programma della serata vuole essere un excursus storico del genere dei Bassi Ostinati che hanno caratterizzato l'epoca barocca, e che hanno continuato ad interagire anche con epoche successive.

Come sempre il concerto sarà aperto dagli studenti del Liceo Musicale: questa volta, saranno protagonisti Federico e Ludovico Allegro, che frequentano rispettivamente il quinto e il terzo anno di Liceo. Federico, diplomatosi in oboe a soli 16 anni presso il Conservatorio di Milano, risulta ad oggi il più giovane oboista diplomato in un Conservatorio italiano; Ludovico, diplomato in flauto traverso al Conservatorio di Napoli, sta frequentando il biennio superiore di specializzazione in flauto traversiere presso la Civica Scuola di Musica “C. Abbabo” di Milano. Insieme eseguiranno il Concerto RV 103 di Vivaldi.

Il concerto si terrà presso l'Aula Magna dell’IIS Lagrangia - Corso Italia 48, Vercelli con inizio alle 20.30.

Info: stagione.concertistica_2019@iislagrangia.it

Tutti i concerti della Stagione sono ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria compilando i format accessibili attraverso l’home page del sito d’Istituto www.iislagrangia.it L’ultimo appuntamento della rassegna è previsto per venerdì 12 aprile con Paolo Bonfanti e la sua chitarra blues.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore