/ Attualità

Attualità | 04 marzo 2019, 00:04

Vercelli Città Europea dello Sport: oltre 50 eventi già in cartellone, 80 associazioni coinvolte

GRANDE ATTENZIONE ANCHE ALLE INFRASTRUTTURE CON IL RIFACIMENTO DI IMPIANTI, SPOGLIATOI E CAMPETTI A SERVIZIO DELLE SOCIETA' SPORTIVE

L'inaugurazione del rinnovato impianto del Piemonte Sport

L'inaugurazione del rinnovato impianto del Piemonte Sport

Oltre 50 appuntamenti sportivi già in cartellone e molti altri in programmazione. Meeting nazionali e internazioni di molti sport, gare e stage per i ragazzi e un testimonial di eccezione, Mimmo Catricalà, fresco campione del mondo di stacco nella sua categoria di sollevamento pesi ma soprattutto espressione di uno stile di vita che vede nello sport un perno fondamentale.

L'anno di "Vercelli Città Europea dello Sport" si arricchisce di giorno in giorno di appuntamenti, iniziative, eventi sportivi e culturali. Ma anche di investimenti per la sistemazione degli impianti sportivi, in modo che gli atleti di oggi e di domani abbiano a disposzione strutture di qualità in cui allenarsi.

Nel fine settimana c'è stato il taglio del nastro per i nuovi campetti in sintetico di Canadà e Piemonte Sport, centri sportivi nei quali l'amministrazione comunale ha effettuato importanti lavori di miglioramento ed efficientamento energetico: dalla sistemazione dei campi, posa di pannelli solari e di caldaie a condensazione, rifacimento dei pozzi e degli impianti di irrigazione. Interventi effettuati con alcune varianti a seconda delle necessità, anche su tutti gli altri impianti comunali vercellesi, che verranno inagurati nei prossimi mesi. Oltre un milione di euro i fondi già spesi e un cantiere importante e atteso - quello sul campo Coni - in procinto di partire.

“Lo sport costruisce ponti e abbatte muri”, è lo slogan scelto per l'anno di Vercelli Città Europea dello Sport, quasi a sottolineare lo spirito che guiderà le iniziative. Sport per tutti, compresi anziani e disabili, e sport come occasione di socializzazione, cultura, crescita personale e crescita collettiva di una città. Lo sanno bene i rappresentati delle società che operano con dedizione a fianco dei giovani e lo sanno personaggi come Nicoletta Storchio, presidente di Rosa Blu, sempre in primo piano, soprattutto negli Special Olympics, o Maurizio Nasi del Panathlon che molto si è speso per questo riconoscimento.

A tirare le fila dei molti appuntamenti in cartellone sono il sindaco Maura Forte e gli assessori Andrea Coppo e Carlo Nulli Rosso. Tra gli appuntamenti da non perdere, dal 10 marzo, la mostra in Santa Chiara sulla storia della Nazionale di calcio, dal titolo “Un secolo di Azzurro”. In esposizione alcun pezzi di grande valore, tra cui gli scarpini usati nel 1934 e la corrispondenza tra Benito Mussolini e il commissario tecnico Vittorio Pozzo. Sono in programma anche altre mostre su Silvio Piola, l'omaggio ai campioni vercellesi del kilometro lanciato, alla grande scherma e all’automobilismo sportivo e poi il Salone del Libro Sportivo.

Tra gli appuntamenti per tutti, la Festa dello Sport a maggio, nel week end del 16: tre giorni di stage, eventi, manifestazioni e competizioni; una vetrina per tutto lo sport vercellese dal calcio alle arti marziali, dalla pallavolo al tennis, dalla scherma alla boxe. E poi tornei e gare nazionali e internazionali per dare lustro a una città dalla lunga tradizione sportiva.

"Abbiamo scelto di creare un programma in cui i protagonisti siano i vercellesi - spiegano sindaco e assessori -. Lo sport costruisce ponti e abbatte muri e deve diffondersi sempre più tra la popolazione come uno strumento di promozione di corretti stili di vita e di educazione alla salute".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore