/ Attualità

Attualità | 01 marzo 2019, 09:21

Nel mondo colorato di Valeria Di Tano

INFO-INTERVISTE: IDEA BRILLANTE. E LA PASSIONE PER LA SCRITTURA

Valeria Di Tano e le sue creazioni

Valeria Di Tano e le sue creazioni

Valeria Di Tano: ci risiamo. Ogni volta che entro nel suo negozio è un po’ come entrare nel paese dei balocchi per me. Miriadi di pezzettini di resina dalle molteplici forme, contenuti in vasi circolari trasparenti più e meno alti. Il clic-clac inconfondibile della plastica lucida e levigata che scorre, un pezzo sopra l’altro. Questa volta vince il premio il vaso che contiene i dischetti colorati. Tante pastigliette che mi ricordano un po’ gli Smarties, un po’ gli zuccherini piatti della Leone. Quelli che ad ogni colore era un sapore diverso ed una smorfia diversa. C’ era il bianco, buonissimo e anche l’azzurro, che non si sarebbe mai detto. Ma ce n’erano certi che non si potevano proprio mangiare. Qui invece è il suono a farla da padrone, il contatto con la massa scivolosa, rilassante e quasi ipnotizzante.

Ma parliamo di Valeria. Quarantaquattro anni trascorsi tra una Laurea in Scienze della Comunicazione, un matrimonio, due figli e a disegnare bijoux in resine, cristalli e tessuti. Nel 2004 nasce Idea Brillante. Un laboratorio dove Valeria disegna e produce orecchini, bracciali e collane che verranno poi venduti all’ingrosso, con l’aiuto di una valida rappresentante. “Poi i tempi cambiano. Lei ha ricevuto un’offerta da una casa farmaceutica che non ha potuto rifiutare, né io sono stata in grado di rilanciare. Mantengo una parte di ingrosso ma per lo più disegno e mi trasferisco qui, in questo negozio”.


Alta, formosa, curata ed eclettica. Sempre sorridente. E’ arguta e osservatrice. Le sue creazioni ne rispecchiano il carattere versatile e i colori che si porta dentro e fuori. Sanno essere scintillanti e ridanciani oppure molto seri nelle tinte unite scure e squadrate. Mi regala un paio di orecchini a forma di cuore, in resina opaca verde profondo. Al centro una delle mie pastigliette preferite color oro satinato. “Questi, secondo me, ti servono”. Ma come è cominciato tutto questo? Con una laurea usata pochissimo e una famiglia da seguire? “E’ iniziato per gioco, come spesso capita. Dopo la nascita di Vanessa (la sua prima figlia) mio marito arrivò a casa con uno scartoccino di perle e iniziammo a farne una collana. Poi io continuai. Avevo molto tempo da passare in casa. Diciamo che la noia non è mai stata un problema!”. Ride, i denti bianchissimi, la bocca carnosa, le labbra rosse.


Ma il disegno e i gioielli non sono la sua unica passione. Valeria nasce figlia di Stefano Di Tano, giornalista, editore de La Grinta che fino a pochi giorni fa ci ha accompagnati ogni mese raccontando Vercelli e non solo. Ora è stata messa a riposare, dopo il lungo ed egregio lavoro svolto “E’ sempre stata come una sorella per me. Era il regalo che ogni mese papà mi consegnava. Il gioco che preferivo in assoluto, le tracce che avrei voluto seguire”. Già, perché Valeria ha una grande passione: la scrittura. L’ha recuperata negli ultimi anni, nascosta tra le mille forme racchiuse nei vasi trasparenti. Scrive, racconta di sé e di ciò che la circonda e di ciò che immagina. Se non foste appassionati di bigiotteria potreste dedicarvi alla lettura dei suoi scritti all’interno dell’antologia “24 Passi” curata da Marco Paracchini ed edita da Undici Edizioni. Un viaggio attraverso la sensibilizzazione sul tema, difficilissimo, del suicidio giovanile. Scritti seri, ma non solo. Perché la vita e le strade che percorre possono essere di mille colori, splendenti o meno.


Trovate Idea Brillante su Facebook: Idea Brillante e su Instagram idea_brillante _





Cristiana Folin

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore