/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 21 febbraio 2019, 16:41

Un acquisto per caso, che può diventare fondamentale

L'EMERGENZA CENTRALI HA PORTATO A VERCELLI IL GIOVANE STOPPER (SCUOLA GRANATA) SINOME AURIETTO

VARINI E AURIETTO

VARINI E AURIETTO

Inizio settimana. Tedeschi ha male, non riesce ad appogiare il piede. Crescenzi è in ripresa, ma gli adduttori lo fanno tribolare. De Marino, si sa, è out fino alla fine del campionato, insomma Grieco si ritrova ad avere il solo Milesi utilizzabile come centrale.

Scatta così la ricerca di uno stopper, che sia però un under 23. Varini sta per muoversi, valutare giovani all'estero.

Spunta il nome di Simone Auriletto, che ha giocato nel Matera, società in disgrazia, ed è svincolato (ma sta per accasarsi). Lo segnala alla Pro Vercelli un altro giocatore del Matera: il figlio di Vito Grieco, Roberto.

«Dal momento che Auriletto aveva giocato nella Primavera del Torino ho dato un colpo di telefono a Moreno Longo, il cui parere è stato positivo. Volevamo delle referenze anche da un punto di vista umano, che a noi della Pro è un aspetto che sta a cuore, e le abbiamo avute» dice il direttore sportivo Massimo Varini.

Un acquisto per caso, ma che potrebbe rivelarsi di fondamentale importanza. Il ragazzo, di appena vent'anni, nel Matera si era infatti guadagnato la maglia da titolare.

«Quando sono stato contattato non credevo alle mie orecchie. Sono contentissimo di essere qua», dice.

«Posso giocare in tutti i ruoli della difesa, a tre o a quattro non importa, e posso essere impiegato anche come terzino».

RB

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore