/ Cronaca

Cronaca | 20 febbraio 2019, 16:25

Sette arresti e undici chili di droga sequestrati

VASTA OPERAZIONE DELLA MOBILE DI VERCELLI E BIELLA: SEQUESTRATI 120MILA EURO IN CONTANTE

Da sinistra: Viscovo (Mobile di Biella), Camelio (Procuratore di Biella) e Porcino (Mobile di Vercelli)

Da sinistra: Viscovo (Mobile di Biella), Camelio (Procuratore di Biella) e Porcino (Mobile di Vercelli)

Sette arresti, 13 indagati in stato di libertà oltre al sequestro di 2,3 chili di cocaina, 6 di hashish, 2,3 di marijuana e 120 mila euro in contante.

"Un esempio di cooperazione bellissima tra polizia giudiziaria, squadra mobile di Biella e Vercelli". L'ha definita così il procuratore di Biella Teresa Angela Camelio visibilmente soddisfatta l'operazione antidroga portata a termine in pochi mesi.  

Un'indagine articolata iniziata a novembre 2018 grazie all'attività intrapresa dalla squadra mobile di Biella coordinata dal commissario capo Marika Viscovo. A seguito di monitoraggio, acquisiti alcuni elementi indiziari da un magrebino il coordinamento di nove agenti dell'antidroga (4 a Biella e 5 a Vercelli) hanno smantellato un'imponente attività di spaccio, in prevalenza di cocaina e hashish. Tutte con radici a Milano e Torino. Dal piccolo consumatore, al pusher fino ad arrivare al fornitore.

"Grazie alla fiducia della procura di Biella che ci ha permesso di allargarci in altre province - commenta Marika Viscovo - siamo arrivati dal consumatore al pusher e al fornitore. In collaborazione con il collega della mobile di Vercelli, Antonino Porcino abbiamo iniziato i pedinamenti, gli appostamenti diurni e notturni".

Soddisfatto fa eco anche Antonino Porcino, dirigente della Mobile di Vercelli: "E' stato un piacere essere diretti dalla procura di Biella e collaborare con la mobile del commissario Viscovo. Rimarco la difficoltà dell'investigazione che man mano si saliva di importanza avevamo a che fare con professionisti capaci di evitare pedinamenti e depistarci. Tanto per capire abbiamo trovato hashish in una gamba di un tavolo di un appartamento di Torino e a Cigliano nel vano motore di un'auto". 

(notizia in aggiornamento)

dal nostro corrispondente a Biella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore