/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 12 febbraio 2019, 09:11

Sant'Andrea ha 800 anni: la città celebra un gioiello di arte, storia e spiritualità

MARTEDI' 19 FEBBRAIO PARTONO GLI APPUNTAMENTI PER L'IMPORTANTE ANNIVERSARIO. ECCO LE PRIME INIZIATIVE

Partono le celebrazioni per gli 800 anni della basilica

Partono le celebrazioni per gli 800 anni della basilica

I due appuntamenti principali saranno la mostra dedicata alla Magna Charta Libertatum e il convegno internazionale di fine maggio. Ma le iniziative di di enti pubblici, musei e associazioni ideati per gli 800 anni della basilica di Sant'Andrea si arricchiscono di giorno in giorno di iniziative e progetti.

L'avvio delle manifestazioni è in programma martedì 19 febbraio, anniversario della posa della prima pietra: a presentare la giornata sono il sindaco Maura Forte, l’assessore Daniela Mortara e il rettore dell’Abbazia padre Roberto Villa, della Congregazione degli Oblati.

"Per la prima volta - spiega il sindaco Forte - Vercelli avrà un francobollo espressamente dedicato, emesso da Poste Italiane per la ricorrenza, e una serie di prodotti filatelici per appassionati, tra cui annullo postale speciale e cartoline.

Alle 11.30 di martedì, nella sala del Consiglio comunale, è in programma la presentazione del francobollo che poi potrà essere acquistato anche al banchetto che Poste Italiane allestiranno dalle 16 alle 20 all’interno della basilica.

Alle 17.30 l’arcivescovo monsignor Marco Arnolfo celebrerà la messa solenne conclusa dal concerto del Coro della Cappella del Duomo e del Collegio degli Innocenti, diretto da don Denis Silano. Infine un rinfresco medievale, curato dagli studenti dell'Alberghiero, al Piccolo Studio chiuderà la giornata. Tutti gli appuntamenti sono aperti al pubblico, ovviamente, visto che il Sant'Andrea è patrimonio di tutta la città.

"In occasione degli 800 anni - spiega l'assessore alla Cultura, Daniela Mortara, presentando anche il logo delle manifestazioni ideato da Guido Tassini - verrà predisposto un sito internet dedicato alla basilica con tutte le informazioni storiche, artistiche e religiose utili per chi arriva a visitare questo monumento".

"La basilica - ha ricordato il rettore, padre Villa - è un luogo di incontro tra arte, cultura, fede e spiritualità. E' una grande opera che ci interroga e che va vissuta anche come elemento di risposta ai tanti bisogni della nostra società". E questo è l'impegno che i Padri Obalti e la Fraternità della Tasfigurazione portano avanti da quando l'arcivescovo Padre Enrico Masseroni ha affidato loro la basilica.

 

Gli 800 anni del Sant'Andrea, tuttavia, non saranno solo celebrazione, mostre e approfondimenti culturali, ma anche interventi per il recupero e la valorizzazione di una grande opera d'arte. Dopo il lavoro di pulizia e consolidamento della facciata e della torre campanaria, il Comune, grazie a un contributo di 2 milioni e 300mil euro ottenuti ottenuti attraverso la partecipazione ad alcuni bandi, potrà avviare i lavori di sistemazione interna della torre campanaria, con l'obiettivo di renderla visitabile.

"Tutto il complesso di Sant'Andrea e dell'antico ospedale stanno vivendo un'importante fase di recupero e valorizzazione - conclude il sindaco Maura Forte -: restituiamo alla città e ai turisti un'area di pregio che sicuramente rappresenterà un elemento attrattivo per i turisti provenienti da ogni parte".

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore