/ Spettacoli

In Breve

mercoledì 20 febbraio
martedì 19 febbraio
sabato 16 febbraio
lunedì 11 febbraio
domenica 10 febbraio
venerdì 08 febbraio
mercoledì 06 febbraio
martedì 29 gennaio
sabato 26 gennaio
venerdì 25 gennaio

Spettacoli | 09 febbraio 2019, 00:04

Una formula vincente ed avvincente

TUTTO ESAURITO ALLA RASSEGNA CONCERTISTICA LAGRANGIA NELL'AULA MAGNA DELL'EX ROSA STAMPA

Gabriel Cassone e la sua tromba, al concerto del Lagrangia (foto Cinzia Ordine)

Gabriel Cassone e la sua tromba, al concerto del Lagrangia (foto Cinzia Ordine)

Al di là delle più ottimistiche previsioni: le cento persone che, ieri sera, alle 20,30, affollano l’Aula Magna dell’ex Rosa Stampa (ora Liceo Lagrangia, comprendente in questo caso l’indirizzo Musicale) sorprendono tutti dagli studenti ai professori, dai musicisti fino al dirigente Prof. Giuseppe Graziano che introduce la serata, ovvero la Prima rassegna Concertistica del Liceo medesimo.

Si tratta di una novità assoluta sia per questa scuola dalle antiche tradizioni sia per la Città di Vercelli, già di per sé ricca di appuntamenti con la musica classica: ma l’intelligente accoppiata didattica/esibizione piace evidentemente a una grossa fetta di spettatori vercellesi: non solo alunni e docenti dell’istituto, ma anche il pubblico consueto amante della buona musica che non è si è lasciato sfuggire una ghiotta occasione, persino gratuita (con prenotazione obbligatoria, importante per il prossimo appuntamento del 22 febbraio che vedrà in scena un mostro sacro del pianismo contemporaneo quale Bruno Canino).

La formula vincente di questo primo appuntamento, che davvero soddisfa tutti, in senso umano e artistico, consiste per far precedere al recital del Maestro di turno, la performance dei giovani liceali, legando ogni serata a un tema: in questo caso la tromba come strumento fondamentale dal Barocco all’Ottocento.

Ecco quindi che inizia la giovanissima Emma Parodi (2a Liceo) nel Preludio, aria e scherzo di Porrino, seguita dall’ormai esperta Camilla Rolando (4aLiceo) nel virtuosistico Morceau de concours. Applausi scroscianti per entrambe e poi il via a Gabriel Cassone, solista di fama internazionale, che ha portato cinque diversi tipi di tromba (naturale, a cilindri, a chiavi, in si bemolle, cornetta) da lui utilizzate in altrettanti brani di stili diverse: la perizia, l’impegno, la tecnica, il calore attraverso cui via via offre brani di Haendel, Mozart, Verdi, Ponchielli, Arban, egregiamente accompagnato al pianoforte dal Prof. Bruno Tasso ha ottenuto battiti di mani a non finire, sino al tripudio con la richiesta di un prezioso bis.

Il successo di questo primo appuntamento dunque mostra come un’iniziativa ragguardevole possa ottenere esiti lusinghieri soprattutto se il gioco si fa di squadra: e in tal senso un plauso va ancora al preside Giuseppe Graziano e al suo dinamico staff, in ordine sparso Claudia Ferrero, Sergio Sorrentino, Silvia Poy, Elisabetta Piras, Cinzia Ordine, Simone Morellini che stanno organizzando ciò che potrebbe già definirsi come ‘l’evento dell’anno’ per la cultura vercellese.

Guido Michelone

GUIDO MICHELONE

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore