/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 08 febbraio 2019, 17:27

Lettere di innamorati e amanti

DUE APPUNTAMENTI (IL 14 E IL 17) AL MUSEO LEONE CON L'ASSOCIAZIONE IL PORTO

La locandina dello spettacolo

La locandina dello spettacolo

Lettere d’amore di pensatori e poeti, di artisti e personaggi illustri, di persone comuni e del tutto inventate. È sempre interessante vedere come l’Amore sia declinato attraverso la sensibilità di personalità differenti: la passione, la tenerezza, la gelosia, l’ironia…

E qual è il momento migliore per indagare sulle varie sfaccettature dell’Amore nella psiche umana? Ovviamente la settimana dedicata a S. Valentino, protettore dell’Amore e degli innamorati.

Ecco perché, fra le attività proposte dal Museo Leone di Vercelli nella settimana di S. Valentino, si è pensato di proporre due appuntamenti dedicati alle lettere e ai pensieri d’amore.

Giovedì 14 febbraio alle 21 e poi domenica 17 febbraio alle 17, nella Sala delle Cinquecentine, Valeria Bosco, poliedrica artista novarese, e Roberto Sbaratto, insieme al violino di Bruno Raiteri, proporranno una selezione di lettere di innamorati e amanti: un piccolo assaggio di una sconfinata messe di parole versate tra la gioia e le lacrime dell’amore.

L’idea nasce, ancora una volta, dall’ingegno dell’Associazione culturale “Il Porto”, da Roberto Sbaratto e Cinzia Ordine, sostenuti, come molto spesso accade, dalla presidenza e dalla direzione del Museo Leone che ospiteranno l’evento e fungeranno un po’ da “Galeotto” dantesco della situazione.

Le letture saranno accompagnate e scandite da momenti musicali dal vivo con, a condimento, la sorpresa di qualche incursione tratta dal volume Che cos’è mai un bacio in uscita nelle librerie il 7 febbraio a firma di Alessandro Barbaglia: “un saggio scritto sui baci pur sapendo che in certi baci non c’è nulla di saggio”, come lo definisce l’autore che, molto probabilmente, sarà tra i protagonisti domenica 17.

Ma insieme alla lettura, alla musica e a perle di saggezza sull’etica del bacio, il pubblico dovrà attendersi altre “curiose” sorprese, per una serata, o un pomeriggio, in cui l’Amore sarà protagonista non scontato.

Uno spettacolo caldamente raccomandato non solo per chi l’Amore lo vive, ma anche per chi vuole ancora lasciarsene stupire.


I due appuntamenti sono resi possibili grazie al contributo istituzionale del Comune di Vercelli e della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, e da quello del Gruppo VAuto di Stefano Vandone, uno sponsor che ha sempre a cuore gli eventi culturali della città.


Visto il numero ridotto di posti, si consiglia la prenotazione presso gli uffici del Museo Leone ai seguenti numeri: 0161 253204 (orari ufficio) - 334 8568194 (da Venerdì pomeriggio)


Ingresso: € 12,00 fino ad esaurimento posti.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore