/ Cronaca

Cronaca | 01 febbraio 2019, 13:23

Aggredito a calci e pugni: 30 giorni di prognosi

APERTA UN'INDAGINE SU UN BRUTALE PESTAGGIO AVVENUTO A CAVAGLIA'

Aggredito a calci e pugni: 30 giorni di prognosi

Ha rimediato 30 giorni di prognosi per la frattura del naso e di alcune costole l'uomo picchiato nella serata di giovedì 31 gennaio, a Cavaglià. Era a terra e l'aggressore continuava a prenderlo a calci e pugni. E' successo nelle vicinanze della sede della guardai medica. Ad allertare le forze dell'ordine è stata un'amica che ha assistito impotente alla scena. L'uomo di 51 anni visibilmente ubriaco è stato soccorso dall'equipe medica dell'ambulanza del 118 e trasportato al pronto soccorso dell'ospedale di Ponderano. Per lui una prognosi di 30 giorni. Il 51enne ha riferito ai carabinieri di Andorno Micca, intervenuti, di conoscere di vista l'aggressore ma di non voler sporgere denuncia. Questo fatto ha incuriosito i militari che hanno aperto un'indagine.

dal nostro corrispondente a Biella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore