/ Cronaca

Cronaca | 30 gennaio 2019, 13:19

Nessuno ha scavato la fossa: sconcerto e polemiche al funerale

I PARENTI TROVANO IL CIMITERO SEMI CHIUSO E DEVONO ATTENDERE L'ARRIVO DI ESCAVATORE E ADDETTI

Nessuno ha scavato la fossa: sconcerto e polemiche al funerale

Arrivano al cimitero per la sepoltura di un congiunto, e scoprono che nessuno ha scavato la fossa per accogliere la bara. Non solo: il cancello del cimitero è semi chiuso: il carro funebre, dunque, non può accedere alla struttura e, per trasportare il defunto, occorre traslare la bara su un carrellino.

Sono stati momenti di sconcerto - che hanno poi aperto la strada a una scia di polemiche - quelli vissuti martedì a Cigliano dai parenti di Giuseppe Ceretto, spirato domenica a 91 anni e del quale, poco prima, era stato celebrato il funerale in chiesa.

Indignato per quanto stava accadendo, un parente del defunto ha filmato e postato su Facebook il video del cancello semi chiuso e del terreno non scavato, raccogliendo la solidarietà di amici e concittadini che si sono chiesti come evitare il ripetersi di un episodio del genere. 

In attesa dell'arrivo degli addetti, la bara è rimasta per un paio d'ore nella chiesetta all'interno dell'area sepolcrale. L'arrivo di mezzi ha poi consentito alla mesta cerimonia di avere il proprio compimento.

Ma le polemiche non si sono di certo fermate: anche perché, secondo quanto raccontato dai parenti del defunto, il Comune si sarebbe giustificato dicendo di non essere a conoscenza del funerale. "Dopo essere andati a fare l'atto di morte, aver pagato tasse cimiteriali, e aver mandato i vigili per il traffico... Non sapevano del funerale?" è l'amaro commento degli involontari protagonisti della vicenda.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore