/ Cronaca

Cronaca | 30 gennaio 2019, 19:28

Dopo tre mesi avrà una sepoltura il giovane morto a San Germano

NESSUNO VOLEVA PAGARE IL FUNERALE. ORA LA SITUAZIONE SI E' SBLOCCATA

Dopo tre mesi avrà una sepoltura il giovane morto a San Germano

Dopo tre mesi nel corso dei quali il suo corpo è stato dimenticato nelle camere mortuarie dell'ospedale Sant'Andrea di Vercelli, "ostaggio" di un contenzioso tra enti che non volevano accollarsi le spese funebri, il giovane nigeriano morto il 26 ottobre saltando da un treno a San Germano, avrà una sepoltura.

leggi anche: TRAGEDIA A SAN GERMANO: ECCO COS'E' SUCCESSO SUL TRENO

Una cooperativa che si occupa di assistenza dei migranti e un patronato di Bergamo (ultima città di residenza dell'uomo che era regolarmente soggiornante in Italia) si sono fatti avanti per pagare le spese delle esequie.

Nel tardo pomeriggio, una nota stampa del sindaco Maura Forte, inoltre, rende noto che dopo aver preso contatti con l'omologo del Comune di Bergamo, Giorgio Gori, l’assessore Giacomo Angeloni della Città di Bergamo ha confermato al primo cittadino di Vercelli che già nelle prossime ore sarà lo stesso Comune lombardo, dove il ragazzo ha avuto l’ultima residenza, a provvedere alle spese.
“Era una situazione tanto triste quanto vergognosa che sono riuscita finalmente a sbloccare. Questo povero ragazzo avrà finalmente sepoltura”, è il commento del sindaco Forte.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore