/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 26 gennaio 2019, 15:31

Con l'Albissola è ancora emergenza a centrocampo

SERVE UN CENTRCOMPISTA, PRIMA POSSIBILE - FIDUCIA A COMI?

Comi

Comi

Era 30 settembre 2018, prima partita di campionato per la Pro Vercelli retrocessa.

La cronaca.

LEGGI QUI LA CRONACA DI ALBISSOLA PRO VERCELLI DEL 30 SETTEMBRE


LEGGI QUI LE PAGELLE

 

Sarà un'altra Pro Vercelli, quella che vedremo domani, rispetto alla gara d'andata, ma sarà anche un'altra Albissola e, tanto per non dimenticarlo, sarà un altro Vito Grieco. Non per altro: la patente di tecnico senza esperienza. Che fosse inesperto, però non se n'è accorto nessuno. E comunque: allora era uno sconosciuto, oggi è l'allenatore che ha ottenuto più di quanto avrebbe.

A Vercelli è stato incoronato come un grande allenatore solo dopo gli ultimi successi, con Piacenza e Arezzo. Quando si perse in casa contro il Cuneo furono però parecchi i commenti duri e durissimi.

Il calcio è così.

Veniamo alla formazione. Se ci sarà l'ok dello staff medico dovrebbe essere convocato anche Comi «così tornerà a respirare il clima dello spogliatoio». Potrebbe voler dire questo, questa convocazione: che i tre centravanti da qui alla fine del campionato dovrebbero essere Morra, che si è scoperto bomber, Gerbi, che comunque ha segnato tre gol e sta crescendo, e appunto Comi. E stop.

L'emergenza più grande, per Vito Grieco, è quella del centrocampo. Con Da Silva e Sangiorgi fuori non restano che Schiavon e Bellemo più Germano, al quale, però, Grieco ha ritagliato il ruolo di mezzapunta alle spalle di Morra e all'altezza dei due esterni alti.

Emmanuello o un centrocampista comunque di spessore, quindi, servono con urgenza a questa squadra.

Veniamo alla conferenza stampa.

«Quando l'affrontammo, l'Albissola pagava lo scotto delle neo promosse, poco a poco, però, ha acquistato una sua identità, precisa. Fa male nelle ripartenze, grazie a tre validi attaccanti, l'ultimo dei quali è Cisco, ex Padova, un giocatore che mi è sempre piaciuto. Domani, quindi, quando attaccheremo, dovremo essere bravi nelle marcature preventive» dice Grieco-

E che differenza c'è tra la Pro Vercelli che giocò contro l'Albissola e quella di oggi?

«Contro l'Albissola giocammo bene per settanta minuto ma poi, pur essendo in superiorità numerica, andammo in confusione e rischiammo di tornare a casa solo con un punto. Rispetto ad allora la Pro è migliorata in tutto».


Domani rientreranno Leo Gatto e Gerbi.

La formazione dovrebbe essere: Nobile; Berra, Tedeschi, Milesi, Mammarella; Schiavon, Bellemo; Azzi, Germano, Max Gatto; Morra.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore