/ Spettacoli

In Breve

mercoledì 20 febbraio
martedì 19 febbraio
sabato 16 febbraio
lunedì 11 febbraio
domenica 10 febbraio
sabato 09 febbraio
venerdì 08 febbraio
mercoledì 06 febbraio
martedì 29 gennaio
sabato 26 gennaio

Spettacoli | 25 gennaio 2019, 10:19

Il cappello senza testa

SPETTACOLO DI E CON BARBARA TRUFFA CON IL COINVOLGIMENTO DEI BAMBINI, DOMENICA 10 FEBBRAIO AL CIVICO

BARBARA TRUFFA

BARBARA TRUFFA

Nell’ambito della rassegna “Piemonte dal vivo” domenica 10 febbraio alle ORE 16 presso il ridotto del Teatro Civico l’Associazione Te. ka. Mù presenta. Il cappello senza testa il canto del cantastorie di e con Barbara TruffaChitarra e percussioni Roberto SeccamaniLinguaggi prevalenti Teatro di narrazione

Regia Barbara Truffa (collaborazione Massimiliano Giacometti)

Luci Stefano Tarchetti


Tanto tempo fa, fin dai tempi antichi, metà 800 c’erano personaggi straordinari che vivevano viaggiando per il mondo. Saltimbanco, musicisti, poeti e clown portavano con se la “Storia”. La storia della gente comune, la storia dei grandi personaggi. Portavano con se, drammi, drammoni e drammini, storie felici e feliciose, storie immaginarie di cavalieri, fate, fatesse e fattucchiere… e qualche malfattore, mariuolo e…


Amalca è una cantastorie e arriva da molto, molto lontano…

C’è chi dice, di averla vista pedalare sulla luna...Pedala, pedala e pedala, ogni tanto però si ferma, e racconta storie!”

 

 

Questo, è quello che è successo prima e che non si vedrà nello spettacolo....

Amalca adora pedalare sulla sua bicicletta rossa. Una strana bicicletta, che va anche in cielo. Si, perché ha delle graaandi ali! Un giorno, dopo una lunga pedalata, Amalca si ferma a riposare in una foresta. Ad un tratto, scorge nascosto tra le radici di un albero, un bellissimo fungo, rosso a pallini bianchi. “Hoo!” pensate che sorpresa nell'accorgersi che quello non è un semplice fungo, ma una casetta! Lì vive la fatina Marianella... Marianella e Amalca diventano subito amiche. Marianella sa fare una magia strabiliante. Trasformare le goccioline di rugiada del mattino, in tanti cappelli, tutti diversi. La fata, regala ad Amalca tutti i suoi cappelli e le chiede di indossarli nei suoi viaggi, per far conoscere alle persone belle, brutte, alte, basse, larghe, strette e soprattutto buone e pure, la... magia!!!

E così Amalca, attaccò i cappelli alle ali della sua bicicletta, e incominciò a raccontare...

In scena... Amalca (Barbara) la sua bicicletta e tanti cappelli.

Ogni cappello, una storia. Cappello da fata, cappello da mago, cappello da nano, cappello da pittore, cappello da... Ogni storia verrà raccontata in modo differente: Con l'utilizzo di pupazzi, cantando o semplicemente raccontando.

I bambini verranno coinvolti attivamente nel corso dello spettacolo, con balletti e altro ancora. Amalca però non sarà sola, in scena con lei, anche il musicista Roberto Seccamani che con la sua musica, l'accompagnerà nel magico viaggio. Lo spettacolo è stato scritto da me, Barbara Truffa, con alcuni riferimenti ad alcune filastrocche, di Gianni Rodari. I testi delle canzoni sono mie e le musiche di Roberto Seccamani.

Le favole dove stanno?

Ce n'è una in ogni cosa

nel tavolino, nel bicchiere, in un “cappello” e in una rosa.

La favola sta li dentro, da tanto tempo e non parla

e come una bella addormentata e bisogna svegliarla.

Ma se un principe o un poeta a baciarla non verrà

un bimbo la sua favola

invano aspetterà! ”


Per informazioni Barbara Truffa 349/6912752

Ingresso 5 euro


Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore