/ Economia

Economia | 23 gennaio 2019, 14:53

Confindustria Novara, Vercelli, Valsesia: una realtà da 800 aziende e 44mila dipendenti

INCARICHI, UFFICI E PROGETTI: SUBITO OPERATIVO L'ENTE CHE RIUNISCE GLI IMPRENDITORI DI DUE ZONE MOLTO VIVACI DELLA REGIONE

Gianni Filippa, presidente CNVV

Gianni Filippa, presidente CNVV

Con la pubblicazione del nuovo sito web (on line da alcuni giorni all’indirizzo www.cnvv.it) è pienamente operativa Confindustria Novara Vercelli Valsesia (Cnvv), la realtà associativa nella quale a fine 2018 sono confluite Associazione Industriali di Novara e Confindustria Vercelli Valsesia. La nuova struttura, che ha sede legale a Novara e sedi operative a Novara e a Vercelli, oltre a due delegazioni di zona a Borgomanero e a Borgosesia, e in cui lavorano complessivamente 46 persone, rappresenta quasi 800 aziende con 44mila dipendenti, al secondo posto in Piemonte dopo l’Unione Industriale di Torino.

«La nostra – spiega il presidente di Cnvv, Gianni Filippa – è la prima associazione territoriale in Piemonte a essere il risultato di una fusione per incorporazione fra strutture limitrofe e sono orgoglioso di poter rappresentare gli imprenditori di due tra le province più operose e importanti della regione. Voglio ringraziare i vicepresidenti che hanno accettato di condividere con me questo incarico, con i quali nei giorni scorsi abbiamo stabilito le rispettive deleghe operative: Giorgio Baldini, presidente del Comitato per la Piccola Industria, che ha la delega al Credito, Giorgio Cottura, che ha la delega alle Relazioni industriali, Gian Luca Gessi, che ha la delega all’Internazionalizzazione, Luigi Maffioli, che ha la delega all’Innovazione, Fabio Ravanelli, che è il tesoriere di Cnvv, Andrea Saini, che ha la delega all’Organizzazione e alla Rappresentanza associativa, e Federica Zappone, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, che ha la delega all’Education. La prima riunione del Consiglio di Presidenza ha anche provveduto a nominare il direttore e il condirettore di Cnvv, nelle figure, rispettivamente, di Aureliano Curini e Carlo Mezzano. Sono certo che faranno del loro meglio per migliorare i servizi che forniamo alle aziende associate per favorire la loro competitività».

All’interno dell’organigramma di Cnvv sono state definite anche quattro nuove macroaree di indirizzo (“Lavoro, Welfare e Capitale umano”, “Politiche economiche”, “Politiche industriali” e “Politiche del territorio”), che sovraintendono all’attivazione dei servizi alle imprese, suddivisi a loro volta in 25 ambiti operativi e 15 sezioni merceologiche di riferimento.

«Nello Statuto di Cnvv – conclude Filippa – sono indicati i tre “pilastri” della nostra missione: assicurare solida identità e un diffuso senso di appartenenza alle imprese associate; esprimere una efficace rappresentanza del mondo imprenditoriale in tutte le sedi di interlocuzione esterna; erogare servizi efficienti, sia di interesse generale, sia su tematiche specifiche per singoli raggruppamenti e sezioni merceologiche. Questa missione sarà svolta da me, dai colleghi impegnati a vario titolo nelle cariche di rappresentanza e da tutta la struttura con il massimo impegno per valorizzare, difendere e diffondere la nostra capacità di intraprendere, far crescere le nostre imprese e sviluppare i nostri territori».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore