/ Arte e Cultura

| 17 gennaio 2019, 13:37

Al Civico, ma seduti ai tavolini, proprio come al Kabarett

UNA PROPOSTA ORIGINALE DE IL PORTO: DAL 24 AL 27 NEL FOYER, POTREMO VEDERE UN MUSICAL SORSEGGIANDO UN CAFFE' O UNA BIRRA

Kabarett, musical proposto da Il porto al Civico

Kabarett, musical proposto da Il porto al Civico

Dopo il tributo a Paolo Conte, l'associazione Il Porto (vale a dire Giulio Dogliotti, Cinzia Ordine e Roberto Sbaratto) propone un evento culturale singolare, o meglio unico. Con il foyer del Civico che diventerà un cabaret.

È la storia (ma avrà le sembianze del musical), quella che verrà proposta da “Il Porto”, di un cabaret di Berlino negli anni Venti-Trenta. Si respirerà, insomma, l'atmosfera della “grande eleganza” di quegli anni ma, al contempo, anche l'arrivo delle tenebre: faranno capolino, in Kabarett, l'avvento di Hitler e di giorni di dolori e atrocità.

«È uno spettacolo di canzoni e monologhi divertenti, ma con un epilogo drammatico, perché quando Hitler andrà al potere chiuderà tutti questi cabaret, con una fine drammatica di questi artisti: alcuni fuggiranno dalla Germania, altri moriranno nei campi di concentramento» spiega Roberto Sbaratto.

Nel comunicato di presentazione si legge: I testi recitati, aneddotici e letterari, sono di autori che furono testimoni diretti e protagonisti di quegli stessi anni: quegli stessi giovani artisti che, in parte, caddero nella rete della Gestapo e dell’SA, vennero catturati e rinchiusi nei campi di concentramento e in parte si dispersero, trovando rifugio e successo per lo più in America.

Canzoni (in italiano, eccetto un paio, in tedesco) e musiche e chi vorrà potrà ordinare una birra, un caffè, ai tavolini che, nel foyer del teatro Civico, verranno sistemati come un cabaret, o meglio un Kabarett.

«A questo spettacolo, a Kabarett, tengo in modo particolare, verrà infatti rappresentato nel foyer del teatro Civico, e il Civico, che è di una bellezza unica, va vissuto e respirato in tutti in suo spazi» dice l'assessore alla cultura Daniela Mortara.

Informazioni sullo spettacolo

Ogni rappresentazione è aperta a non più di 80 persone, che potranno prenotare il posto numerato al tavolino ed acquistare i biglietti di ingresso presso il botteghino del Teatro Civico a partire da venerdì 18 gennaio (mercoledì e venerdì ore 17.30-19.30; sabato ore 10-12).

Appuntamento giovedì 24, venerdì 25 sabato 26 gennaio alle ore 21; do,menica 27, alle ore 17.

Il costo unico del biglietto è di 15 euro (+ 1 di prevendita); ogni eventuale consumazione presso il buffet del Teatro è a parte.

Per questioni organizzative, si raccomanda di pagare l’acquisto dei biglietti in contanti.

Regia tecnica di Cinzia Ordine.

Il cast Attori-cantanti: Cristina Alia, Elena Sardi, Roberto Sbaratto; con loro Asia Bosio, Alessandra Volpe, Paolo Ferini Strambi.

Musiche: Natalija Gashi al pianoforte e Bruno Raiteri al violino.

La regia è di Roberto Sbaratto.

Audio-video-luci di Dosio Music

L'evento è proposto dall'associazione culturale “Il porto” con il Comune di Vercelli, la Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli.

rb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore