/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | mercoledì 02 gennaio 2019, 00:31

Pro Vercelli, il mercato tiene banco

MA COSA SERVE A QUESTA SQUADRA? - LA POLITICA DEI GIOVANI PER ADESSO PAGA

Vito Grieco (foto Ivan Benedetto)

Vito Grieco (foto Ivan Benedetto)

Sul mercato. Vediamo la squadra, reparto per reparto.

Portieri. La scommessa Nobile, per adesso, è stata vinta. Hanno vinto Varini e la Società che non hanno ascoltato le contestazioni di parte della piazza, hanno vinto il bravo preparatore di portieri Antonello Degiorgi e Vito Grieco. E comunque: Moschin nelle gare di precampionato aveva dimostrato di essere affidabile. Non abbiamo elementi per dare un giudizio sul terzo portiere, il giovane Rovei.

Centrali. Grosso modo Vito Grieco aveva a disposizione quattro elementi che, più o meno, si equivalevano: De Marino, Milesi, Crescenzi, Tedeschi. Hanno giocato a volte bene e volte meno bene. Per De Marino – l'unico mancino del quartetto – però la stagione è finita. Si tratta di una perdita grave. Un quarto difensore dalla caratteristiche magari simili (veloce e mancino) serve.

Esterni di difesa. Sono tre: Berra, Mammarella e il bravo a promettente Iezzi. Manca una pedina.

Esterni d'attacco.Siamo a posto così, direbbe Varini, e lo diciamo pure noi. Con il recupero di Simone Rosso, gli esterni d'attacco sono in abbondanza. Simone Rosso, Max Gatto, Azzi, Leo Gatto, Foglia. Uno in più rispetto alle esigenze? No, perché i due fratelli Gatto possono giocare (soprattutto nel 4-2-3-1) come seconda punta alle spalle di Morra.

Centrocampo. Schiavon, Da Silva, Bellemo, Germano, Sangiorgi. Per due ruoli bastano e avanzano. C'è un problema-non-problema: Sangiorgi. Con Bellemo forma una gran mediana. Cresce di partita in partita. Serve prendere un altro centrocampista? La decisione spetta a Vito Grieco e alla società.

Poi è chiaro: il posto da titolare si conquista partita dopo partita, allenamento dopo allenamento. Il vero Schiavon, in proposito, forse non lo abbiamo ancora visto.

Attacco. Dopo la rescissione di Cavaliere, il reparto avanzato della Pro Vercelli è composto da Morra, che sta convincendo tutti a suon di gol e bella prestazioni, da Comi, che però è bersagliato da problemi muscolari, dal bravo Gerbi (tre gol per un esordiente è tanta roba), da Mal, che però è una mezzapunta. Ma dal momento che la Pro Vercelli gioca spesso con una sola punta (Morra) il ruolo di mezzapunta, che gioca all'altezza dei due esterni, è stato ottimamente coperto da Germano e, a volte, da Leo Gatto o Da Silva, quarta opzione Mal.

Immaginate un terminale offensivo composto da Max Gatto, Germano, Simone Rosso e Morra punta centrale, niente male no?

Con Azzi e Leo Gatto pronti a subentrare, è un buon reparto. Resta l'incognita Comi, resta da trovare un sostituto di Cavaliere. Un centravanti, insomma, serve, fermo restando che Morra, ora come ora, è la punta di riferimento e che Max Gatto è un giocatore che poche squadre di lega Pro hanno (è da B, Max Gatto, segnasse sarebbe anche da A).

Ma l'anno si è chiuso con la voce dell'interessamento della Cremonese per Germano (un altro che in B farebbe la sua figura).

Masturbazioni mentali che si possono fare su formazioni e moduli c'è da dire che Vito Grieco, da questa estate, ha puntato molto sui suoi giovani, che non lo hanno tradito, anzi, e su due giocatori, che ha voluto fermamente, Mammarella e Germano.

Chiudiamo con una certezza-considerazione: questa Pro Vercelli non può fare a meno di Germano e Mammarella. Se uno dei due parte va rimpiazzato, ma degnamente.

La soluzione più logica? Tre acquisti. Un terzino sinistro. Un difensore centrale, Un centravanti da area di rigore. Tre scommesse, sperando in Varini. E se possibile tenersi stretti Germano. Tre scommesse più Germano potrebbero bastare per ambire al primo posto? Forse sì e forse no, ma alla Pro Vercelli e al suo tecnico anndrebbe riconosciuto il coraggio che pochi in Italia hanno, e cioè il lancio delle giovani promesse. Cosa, questa, che farebbe bene al calcio italiano, tutto.

Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore