/ Cronaca

Cronaca | 13 dicembre 2018, 09:30

Traffico illecito di rifiuti: chiesto il rinvio a giudizio per 8 persone

SCARICARONO 400 METRI CUBI DI RIFIUTI SPECIALI E NON. IL COMUNE DI BORGO VERCELI SARA' PARTE CIVILE

La zona in cui venne abbandonato il carico nell'agosto 2017

La zona in cui venne abbandonato il carico nell'agosto 2017

Il Comune di BorgoVercelli si costituirà parte civile al processo relativo al traffico illecito di rifiuti che, nell'agosto del 2017, venero scaricati nell'area della Cascina Nuova, a poca distanza dal casello autostradale della A26.

leggi anche: BLOCCATI CAMION CHE SCARICAVANO RIFIUTI SPECIALI

A processo per quella vicenda sono finite otto persone, tra cui un uomo residente a Vercelli, accusati, a vario titolo, di aver sversato nell'area della cascina quattro autoarticolati contenenti circa 400 metri cubi di rifiuti speciali e non, trasportati e depositati in assenza di qualsivoglia autorizzazione specifica e abbandonati in un'area (parzialmente privata) che aveva diversa destinazione d'uso.

Secondo le accuse rivolte agli otto dalla Procura di Torino, anche i documenti che vennero forniti agli autotrasportatori sarebbero stati falsi.

Le indagini sulla vicenda partirono dalla segnalazione di chi, a BorgoVercelli, aveva visto il via vai di mezzi. Il sindaco Mario Demagistri, i carabinieri, i forestali e Arpa si precipitarono nella zona, fermando i mezzi e procedendo agli accertamenti e alle denunce del caso.

Pochi giorni dopo, tra l'altro, parte dei rifiuti andarono anche a fuoco, con un ulteriore danno ambientale.

Leggi anche: BRUCIANO I RIFIUTI ABBANDONATI

La prossima settimana, a Torino, è prevista l'udienza per valutare la richiesta di rinvio a giudizio degli indagati e il Comune di Borgo Vercelli ha deciso di costituirsi parte civile nel procedimento.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore