/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 08 dicembre 2018, 09:44

Nilo Celoria, 80 anni di fotografia

AL DUGENTESCO LA MOSTRA DEDICATA ALL'ARTISTA E UOMO DI CULTURA

Nilo Celoria, 80 anni di fotografia

Apre domenica 9 dicembre alle 17, al Foyer del Salone Dugentesco, la mostra “Ottant’anni di Fotografia” dedicata al fotografo vercellese Nilo Celoria.
Nilo Celoria, morto due anni fa a 94 anni, è stato, per decenni, una figura di spicco della cultura vercellese. Direttore di banca, amava molto viaggiare e soprattutto  fotografare. Nel 2010, Celoria aveva ricevuto una targa in quanto deportato nei campi di prigionia durante la seconda guerra mondiale.

Accademico del Belle Arti, era stato tra i fondatori (lui era l’unico fotografo) del celebre Gruppo Forme di Vercelli assieme ad Armando Donna, Renzo Roncarolo, Cecco Leale, Amedeo Corio ed altri artisti e appassionati d’arte.

Ha lasciato moltissime fotografie d’arte e una sessantina di queste si potranno ammirare in occasione della mostra che sarà visitabile nei weekend di dicembre dalle 15 alle 19 sia sabato che domenica.

Non sarebbe stato possibile organizzare questo evento senza l’aiuto di Pierluigi Pensotti e Marco Mattiuzzi, rispettivamente presidente e consigliere Amici dei Musei, Renato Greppi fotografo “collega” di Nilo, Enrico Demaria amico di Nilo a cui va il ringraziamento dell’Amministrazione.

“E’ con grande soddisfazione – dicono il sindaco Maura Forte e l’assessore alla cultura Daniela Mortara -  che Vercelli propone questa mostra per offrire non solo ai cultori dell’arte fotografica, ma anche al grande pubblico alcuni scatti che, nell’ambito del grande archivio di Celoria, vogliono, almeno in parte, descrivere a chi non l’ha conosciuto i suoi tratti salienti e ricordarne i pregi a chi ha avuto la fortuna di incontrarlo”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore