/ Cronaca

Cronaca | venerdì 07 dicembre 2018, 09:50

Troppi furti al cimitero: chiusi i cancelli secondari

UNA PIAGA CHE NON RISPARMIA NEPPURE BORGOSESIA. PRIME MISURE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

L'ingresso centrale del cimitero di Borgosesia

L'ingresso centrale del cimitero di Borgosesia

Vasi di fiori, sottovasi, candele, arredi funebri, ma anche scope, innaffiatoi, stracci per pulire. La piaga dei furti nei cimiteri colpisce anche il camposanto di Borgosesia. Così, da lunedì è entrato in vigore il provvedimento di chiusura degli ingressi laterali.

Per accedere al cimitero resta aperto solo il cancello centrale di via Partigiani che, quanto prima, verrà anche dotato di una video camera di sorveglianza.

Dopo le polemiche legate all'ingresso dei cani (e soprattutto al fatto che alcuni proprietari non puliscono gli escrementi), l'amministrazione comunale di Borgosesia si trova a fare i conti con un nuovo problema legato all'area cimiteriale. Un problema, purtroppo, condiviso con moltissimi altri centri grandi e piccoli: i furti dalle tombe rappresentano una quotidiana ferita per i parenti dei defunti, ma sono difficilissimi da debellare. La prima strada scelta dall'amministrazione comunale è dunque quella di chiudere i cancelli laterali di via Osella e del parcheggio laterale. Poi verrà installata una videcamera per aumentare i controlli.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore