/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 09 novembre 2018, 03:12

Un quaderno per l'inverno: stasera, dagli Anacoleti

VITA E MORTE, DISPERAZIONE E DISILLUSIONE, E IL POTERE DELLE PAROLE

Un quaderno per l'inverno: stasera, dagli Anacoleti

Questa sera alle 21, in corso De Gregori 28 presso l'officina gli Anacoleti Teatro, “Un quaderno per l'inverno”

Informazioni e prenotazioni al numero 335 575 0907

Vita e morte, disperazione e disillusione sono i temi che il testo di Pirozzi affronta, sfiorandoli con delicatezza e maestria, attraverso le parole, il loro significato e il loro potere, quello di cui molte volte ci dimentichiamo, ma che attraverso la poesia e l’arte continua a vivere e a tenerci in vita.
Con “Un quaderno per l’inverno” non vogliamo dire qualcosa agli spettatori, ma condividere qualcosa con loro. Qualcosa che sentiamo che ci riguarda, come persone ed esseri umani.


André Gide, nei suoi diari, diceva che l’unica, vera differenza tra lui e il suo gatto era che, se al posto del giardino fosse improvvisamente comparso l’oceano, lui ne sarebbe stato sconvolto, il suo gatto no.
Ebbene è allo sguardo del gatto di Gide, alla sua traslucida organicità, che parla l’organica messa in scena di Massimiliano Civica, puntando in ogni sua parte ad una specie di spegnimento dei significanti del teatro in una maestria anti-spettacolare.
Un teatro senza soglie, ma non senza differenza.
Lo spettatore non farà in tempo a registrarne tutte le risonanze, gli echi, le possibilità, perché, nel frattempo, l’azione lo avrà già trascinato fino all’ultimo buio.

REDAZ

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore