/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 08 novembre 2018, 17:20

In manette gli "spacciatori del bosco"

RIFORNIVANO DI DROGA GIOVANI DI TRE PROVINCE

In manette gli "spacciatori del bosco"

Utilizzando come base un bosco, avevano messo in piedi un florido commercio di sostanze stupefacenti. I loro clienti arrivavano da vercellese, novarese e dalla zona dei laghi. A porre fine al giro di spaccio è stata un'indagine condotta dai carabinieri di Arona che ha portato all'arresto di due giovani di 22 e 21 anni, entrambi di origine marocchina e senza fissa dimora.

Nell'ambito della medesima indafine, nei mesi scorsi erano già state denunciate altre tre persone.

Il centro dello spaccio era un bosco di Ghemme dove, la scorsa estate, era stato trovato morto un uomo di 36 anni. Gli accertamenti medici avevano fatto risalire la causa del decesso a un'overdose e, da quel momento, avevano preso il via le indagini.

Secondo quanto appurato dai carabinieri, i responsabili della vendita delle dosi di eroina e cocaina sarebbero i due ventenni arrestati nella notte. Per molti consumatori del basso novarese e del vicino vercellese, i due erano diventati i pusher di riferimento per l'acquisto di hashish, cocaina ed eroina. Uno dei due è stato arrestato nel milanese, l'altro è stato raggiunto dall'ordinanza direttamente in carcere, dove si trovava per un altro procedimento.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore