/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | mercoledì 07 novembre 2018, 20:07

Arezzo 3 Pro Vercelli 1. Risultato bugiardo

HA GIOCATO MEGLIO LA SQUADRA DI GRIECO, PECCATO PER LE DISATTENZIONI DIFENSIVE

Arezzo 3 Pro Vercelli 1. Risultato bugiardo

Vince l'Arezzo per 3 reti a 1, ma il risultato è bugiardo. A larghi tratti la squadra di Grieco ha dominato, peccato per le due disattenzioni difensive che hanno spianato la vittoria a un Arezzo che, di sicuro, non ha impressionato e e che ha meritato la vittoria solo perché il calcio è fatto di episodi.

Per la cronaca. A gridare Forza Pro c'erano due tifosi: Paolo Gagnone e Davide Reberberi.

PRIMO TEMPO

Primi dieci minuti. Pressing alto della Pro, più spigliata dell'Arezzo. Nessun problema, comunque, per il portiere toscano, Pelagotti.

Ventesimo minuto. Tommaso Nobile, fino ad ora, ha fatto da spettatore. In campo c'è solo la Pro, con le giocate di Da Silva, Leonardo Gatto e Azzi. Grande intensità da parte di tutti, l'Arezzo non ha respiro.

De Marino cincischia con la palla, Berra, spintonato, finisce a terra, la palla arriva a Buglio che tira da fuori: sfera deviata da Berra, che trafigge Nobile alla sua sinistra: Arezzo 1 Pro Vercelli 0. Ma è una beffa. Siamo al 24'.

La Pro perde smalto (e Nobile, quando ha la palla tra i piedi, fa paura).

Angolo di Da Silva, miracolo del portiere aretino Pelagotti che neutralizza in tuffo un colpo di testa di Crescenzi.

Arezzo ringalluzzito, Pro Vercelli che accusa la botta.

Buglio a Serrotti, il fantasista spara da fuori, Nobile neutralizza coi pugni. È il minuto 37.

Testa di Da Silva, Pelagotti a vuoto, salva sulla linea il quasi omonimo Pelagatti. Finisce il primo tempo.



SECONDO TEMPO

Al 61' Vito Grieco cerca di dare lo scossone proponendo una squadra da attacco a forte Apache: due centravanti (Gerbi e Comi), due esterni offensivi, i fratelli Gatti, cioè. Vedremo se sarà una Pro con gli artigli.

Ma al 64 l'Arezzo raddoppia con Cutolo che, stretto tra Berra e Crescenzi, mette dentro di testa. Errore collettivo della difesa, insomma, portiere compreso: indeciso se uscire o stare tra i pali, Nobile scivola proprio mentre Cutolo mette dentro. Arezzo 2 Pro Vercelli 0. Son cavoli, adesso.

Fallo di mano di un difensore aretino su colpo di testa di Comi, ma per l'arbitro è cosa veniale, e sorvola.

Terzo cambio: Grieco manda in campo Mal, esce Leonardo Gatto.

Massimiliano Gatto serve in area Gerbi che, da posizione piuttosto angolata, trova la magia e riapre la partita: Arezzo 2 Pro Vercelli 1. Si può sperare.

Ripartenza della Pro, Comi brucia in velocità il suo marcatore, ma il tiro è lemme lemme e poi ancora lemme.

Mal, gran giocata per Gerbi: para Pelagotti. Mancano 9 minuti.

Grieco manda in campo altri due attaccanti: Cavaliere e Paolo Grillo.

A pochi secondi dal termine c'è un angolo della Pro. Batte Mammarella, tutti in area, Nobile compreso. Riceve proprio lui, ma perde palla, Cutolo se ne va in contropiede, davanti a lui una grande prateria, in fondo la porta sguarnita: Cutolo ha gioco facile a mettere dentro, 3 a 1 per l'Arezzo, ma il risultato è bugiardo.

IL TABELLINO

AREZZO (4-3-1-2): Pelagotti; Zappella, Pelagatti (Borghini dal 77'), Pinto, Varutti; Buglio, Basit, Foglia; Serrotti; Zini (Cutolo dal 59'), Brunori.

A disposizione: Melgrati, Cutolo, Luciani, Salifu, Persano, Burzigotti, Bruschi, Keqi, Tassi, Sala, Borghini. All. Dal Canto.

PRO VERCELLI (4-2-3-1): Nobile; Berra (Cavaliere dall'87'), Crescenzi, De Marino, Mammarella; Germano, Bellemo (Comi dal 61'); Azzi (Massimiliano Gatto dal 61'), Da Silva (Paolo Grillo dall'87'), L. Gatto; Gerbi.

A disposizione: Moschin, Sangiorgi, Tedeschi, Cavaliere, Comi, M. Gatto, Milesi, Schiavon, Mal, P. Grillo, Iezzi, Foglia. All. Grieco.



Ammoniti: Berra, Borghini, Zappella

Marcatori: Buglio (Ar) al 24'; Cutolo (Ar) al 64'; Gerbi (PVc) al 68'; Cutolo (Ar) al 93'.


Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore