/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | martedì 06 novembre 2018, 19:45

"Ma per sostituire un macchinario rotto, serve un'interrogazione regionale?"

ASL: POLEMICA SU UN UROFLUSSOMETRO CHE DA MESI RISULTAVA NON FUNZIONARE. VERRA' SOSTITUITO ENTRO NOVEMBRE. INTANTO LA REGIONE ANNUNCIA NUOVI INVESTIMENTI

"Ma per sostituire un macchinario rotto, serve un'interrogazione regionale?"

“Da mesi l’uroflussometro dell’ospedale di Vercelli non funziona e i pazienti vengano semplicemente invitati ad andare in altre strutture. Una situazione incredibile su cui abbiamo chiesto alla Regione di far luce con un’interrogazione consiliare” lo dichiara il presidente del Movimento nazionale per la Sovranità della Regione Piemonte, Gian Luca Vignale.

E l'interrogazione, comunque, una risposta l'ha avuta: l'assessore alla Sanità, Antonio Saitta, ha infatti dichiarato in aula che il 25 ottobre è stato firmato l'ordine di acquisto e così, entro 30 giorni, l'apparecchiatura verrà consegnata.

“L’uroflussometro – spiega Vignale – è un dispositivo che consente di effettuare i migliori screening delle uropatie e delle malformazioni dell’apparato urinario e di seguirne anche l’evoluzione. Insomma si tratta di un apparecchio importante pe r di più all’interno di un ospedale fondamentale e di riferimento”.

“Siamo consapevoli – continua Vignale – che in una struttura ospedaliera un dispositivo possa danneggiarsi, ma è compito della direzione o dell’Azienda sanitaria di riferimento procedere immediatamente ad una riparazione o ad una sostituzione”.

Nella sua risposta, comunque, Saitta ha anche annunciato un piano di investimenti per sostituire gran parte delle apparecchiature tecnologiche presenti in azienda, in quanto sono numerose quelle che meritano di essere sostituite. "Non appena arriverà l’autorizzazione dalla Commissione regionale saranno avviate tutte le procedure necessarie. Per le piccole attrezzature l'Asl Vercelli si è attivata con le procedure che è possibile attuare nell’immediato”- ha concluso Saitta.

Risposta che soddisfa a metà l'estensore dell'interrogazione: “Abbiamo appreso con favore che entro il mese di novembre l’uroflussometro verrà sostituito - conclude Vignale - ma ci domandiamo se fosse necessario far trascorrere così tanto tempo e presentare un’interrogazione in Consiglio Regionale”.

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore